distanziatori autolivellanti
distanziatori autolivellanti
Home / Ristrutturare casa / Lavori in casa / Pavimentare / Distanziatori livellanti | Cosa sono e come si utilizzano

Distanziatori livellanti | Cosa sono e come si utilizzano

 

I distanziatori livellanti sono un sistema che facilita la posa di piastrelle a basso spessore o lastre di grande formato basato su 3 elementi in plastica rigida

Nel settore delle pavimentazioni si ha sempre più spesso a che fare con grandi lastre e spessori piastrelle di pochi millimetri, situazioni che richiedono un’attenzione maggiore nel collocare gli elementi con precisione quanto a planarità e allineamento reciproco. Per fornire un supporto valido nella posa piastrelle è nato Litolevel, un sistema di distanziatori livellanti per piastrelle che si fonda sulla combinazione di tre elementi: una base con perno filettato, un cono e un dado. La prima è a perdere, gli altri due possono essere recuperati e riutilizzati per altre pose.

Come funzionano i distanziatori autolivellanti

L’utilizzo del sistema di distanziatori livellanti non richiede il ricorso ad alcun attrezzo, a parte un martello con testa gommata per far “saltare” il perno della base dopo l’asciugatura della colla, prima di stendere il riempifughe. L’avvitamento del dado sul cono applica pressione; il cono è libero, quindi il sistema è in grado di livellare le piastrelle senza torsioni, perciò previene movimenti orizzontali delle piastrelle che causerebbero disallineamenti tra le medesime.

Inoltre il cono dei livellatori per pavimenti non sfrega sulla faccia delle piastrelle che altrimenti si potrebbe macchiare o segnare. Si può aumentare o ridurre la pressione con un semplice movimento rotatorio del dado, lasciando così la possibilità di fare i piccoli aggiustamenti necessari durante la posa.

Gli elementi del sistema di distanziatori livellanti a vite

Le basi sono realizzate per livellare piastrelle di spessore da 3 a 12 mm ottenendo giunti di minimo 1,50 mm; il cono è pratico e veloce nell’inserimento, è fatto di plastica rigida e permette un efficace livellamento delle piastrelle; il dado è concepito per un facile inserimento nella base. Il numero dei distanziatori livellanti da utilizzare su ciascun lato varia in base alle dimensioni delle lastre e delle piastrelle ed è riportato su specifiche tabelle.

Come si utilizzano

Dopo aver applicato l’adesivo, si installano le basi sotto ogni lato della piastrella, in numero adeguato alle loro dimensioni. Per garantire una bagnatura completa del retro della piastrella, per i grandi formati e per le lastre sottili è necessaria una doppia spalmatura (applicazione della colla sul supporto e sul retro della piastrella).
Dopo aver battuto la prima piastrella per livellarla, si posiziona la piastrella consecutiva con le relative basi e si calzano i coni sui perni condivisi da entrambe le piastrelle. È possibile ottenere giunti di dimensione superiore a 1,5 mm utilizzando in combinazione a Litolevel distanziatori a croce o a”T” della dimensione desiderata, comunque superiore a 1,50 mm.
Si avvitano i dadi sui perni esercitando la forza necessaria a livellare le piastrelle in ogni punto. Questa operazione può essere eseguita dopo aver posato più elementi, fila per fila, prima che l’adesivo incallisca.
Dopo l’essiccazione dell’adesivo, per recuperare le parti riutilizzabili (cono e dado) dei distanziatori per piastrelle, è preferibile svitare i dadi e rimuoverli insieme ai coni prima di causare la frattura dei perni dai piedini delle basi. La rimozione dei perni può essere fatta con un martello di gomma o col piede. Il colpo va assestato nella direzione della linea del giunto delle piastrelle.

 

Distanziatori livellanti | Cosa sono e come si utilizzano ultima modifica: 2018-05-14T16:44:45+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *