Posa dei pavimenti in resina fai da te

In commercio (nei centri bricolage) si trovano speciali smalti che, se applicati seguendo la giusta procedura, consentono di ottenere rivestimenti continui sempre puliti e di facilemanutenzione simili ai costosi pavimenti in resina.
L’operazione preliminare consiste nel pulire accuratamente il pavimento spazzolandolo bene e passando successivamente l’aspiratore.
Le crepe e le fessure presenti sul pavimento si stuccano preventivamente livellandole con una cazzuola.
Si lascia asciugare per circa 12-24 ore. Le zone stuccate, quelle ampie, si raccordano e si livellano fra di loro utilizzando un frattazzo.
Quando tutto è perfettamente asciutto si stende il fondo, che consente al rivestimento continuo di aderire perfettamente.
Tra la stesura del fondo e quella successiva del rivestimento non facciamo passare più di 1-4 ore Anche lo smalto di copertura richiede altrettanto tempo di asciugatura mentre possiamo calpestarlo solo dopo circa otto ore. Molti prodotti di finitura sono autolivellanti.

APPLICAZIONE A RULLO DI PAVIMENTI IN RESINA

  1. Puliamo a fondo la superficie di cemento asportando i sassolini e la polvere con una spazzola di ferro o una scopa; l’aspiratore elimina ogni traccia di polvere.
  2. Con stucco sintetico in pasta sigilliamo tutte le fessure e le crepe. Misceliamo il prodotto con acqua secondo le proporzioni indicate sulla confezione e lo applichiamo con la cazzuola.
  3. Quando lo stucco è essiccato è necessario raccordare le zone  lavorate con la rimanente superficie. Utilizziamo il medesimo stucco reso più fluido e stendiamolo con la manara americana o con un frattazzo.
  4. Una finitura lievemente scabra della superficie si effettua con un plafoncino bagnato passato sullo stucco di livellamento non ancora definitivamente indurito.
  5. Sul fondo preparato e asciutto si applica, con rullo o pennello, una mano di primer, che lo prepara a ricevere il rivestimento continuo.
  6. Il rivestimento continuo si versa sulla superficie (quando il primer è asciutto) e si allarga con la manara. Per superfici estese conviene passare il rullo lentamente per spandere il liquido in modo regolare. La forte coesione di questo materiale elimina eventuali irregolarità o discontinuità provocate dal rullo rendendo la superficie perfettamente piatta. L’indurimento avviene in poche ore.

UTENSILI
Spazzola a setole dure, cazzuola, frattazzo, pennellessa, rullo, manara

Articoli simili

- Annunci -

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Tutorial Fai da te

Le guide di Almanacco

Progetti dei lettori

176,112FansLike
8,298FollowersFollow
97,382FollowersFollow
40,000SubscribersSubscribe