Pavimentare senza demolire

Posare il parquet incollato

4
parquet incollato
 
Posare il parquet incollatoIl parquet incollato può essere applicato sia su un supporto in calcestruzzo sia sul pavimento piastrellato.
La pavimentazione di legno duro offre una grande scelta di essenze: quercia, teck, faggio, sapelli, mogano, acero, noce.
Si tratta anche di una superficie durevole, robusta, di facile pulizia e manutenzione.
Occorre sempre “condizionare” il materiale del nuovo pavimento; acquistiamolo almeno una settimana prima della posa, togliamolo dall’imballaggio e lasciamolo nel locale in cui intendiamo posarlo.
Mettiamolo in modo che l’aria possa liberamente circolare attorno ad ogni listone.
Conviene sempre cominciare la posa del parquet incollato lungo il lato più lungo della stanza.
L’adesivo va applicato sul pavimento in modo da coprire una superficie lievemente più ampia dell’elemento da posare e, quindi, possiamo sistemare in posizione il pezzo con molta cura. Quando si arriva in prossimità della parete opposta bisogna tagliare longitudinalmente i listoni dell’ultima striscia. Il taglio dev’essere fatto con una sega a denti fini. Nel caso si debba seguire una forma particolarmente complicata come, ad esempio, la base dello stipite di una porta o il contorno di un sanitario, è opportuno fare una maschera dell’area controllandone il profilo prima di riportarne la sagoma sul legno da tagliare.
È meglio dover rifare una maschera imprecisa che sprecare materiale tagliandolo nella forma sbagliata. Possiamo ricorrere a strisce di sughero per riempire gli spazi previsti per l’espansione del legno lungo il perimetro del locale. Attorno alla base scanalata dello stipite della porta, per esempio, possiamo tagliare l’elemento del pavimento semplicemente come se fosse rettangolare e riempire, poi, gli immancabili vuoti con le strisce flessibili di sughero. Forza…al lavoro fai da te!

PARQUET INCOLLATO: APPLICAZIONE DEI LISTONI

  1. L’adesivo si stende sul fondo con l’apposita manara dentata che crea cordoni di colla intervallati da vuoti. Questo strato facilita l’espulsione dell’aria durante la posa e consente un posizionamento iniziale in perfetta orizzontale.
  2. Il listone da posare si incastra su quello precedente e si preme in posizione.
  3. Lungo il perimetro è necessario lasciare una luce di 6-8 mm per consentire un’eventuale dilatazione del parquet. Per manterere l’insieme ben compatto si usano provvisoriamente dei cunei. Lo spazio verrà poi occultato dal battiscopa.
  4. In prossimità di sagome rientranti o irregolari si traccia con cura ogni elemento di parquet e lo si taglia con la sega.

RIFINITURE E TRUCCHI DEL PARQUET INCOLLATO

5. Sempre per ciò che riguarda le sagome rientranti o irregolari,  nei casi più difficili è bene realizzare una sagoma di cartone e riportarne la forma sui listoni da posare.
6. Nei raccordi tra pavimento a parquet e piastrelle è necessario applicare una lista fermaparquet
7. Questa lista ha un duplice compito. In primo luogo crea un passaggio inclinato tra i due livelli e, in secondo, blocca le teste (o il bordo) dei listoni di parquet.
Le liste sono disponibili nelle versioni da fissare a pavimento con tasselli o autoadesive, in diversi materiali.
8. Un semplice trucco: se la parete non è perfettamente parallela con quella di fronte si può partire diritti tagliando alcuni pezzi di parquet in larghezza diversa che fungono da riscontro.
Al termine si rifinisce lo spazio con listoni opportunamente sagomati.

UTENSILI
Sega a denti fini, manara dentata

Vedi anche

4 Commenti

  1. ottima la messa in posa del parquet

     
  2. […] Parquet inchiodato prezzi: La posa costa circa un terzo di più rispetto a quella incollata […]

     
  3. […] operazioni di rinnovo riguardano essenzialmente i parquet incollati o inchiodati, massicci o prefiniti, non i laminati o quelli a posa flottante. Questo perché si […]

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *