Pavimentare senza demolire

Pavimento in tessuto

0
pavimento in tessuto, pavimenti in tessuto, pavimento tessile, pavimenti tessili
 

Molto utilizzato nei grandi alberghi è, al contrario della moquette, una soluzione all’avanguardia.

Il pavimento in tessuto consiste in una trama vinilica colorata fusa con un supporto costituito da PVC integrato con fibre di vetro. Questo tipo di materiale è disponibile in rotoli larghi 2×25 metri, in piastrelle da 50×50 cm e in altre forme (triangolari, esagonali, rettangolari ecc) che permettono di rivestire i pavimenti ottenendo effetti ottici e cromatici di grande effetto, specialmente alternando la direzione delle trame durante la posa: si possono così ottenere effetti tridimensionali.

Il pavimento in tessuto è un rivestimento che migliora l’isolamento acustico dai rumori di calpestio, resiste bene alle sollecitazioni, comprese quelle delle sedie a rotelle degli uffici (purché siano di gomma); è indicato per spazi soggetti a calpestio continuo, con una garanzia di 10-15 anni a seconda del prodotto. É resistente all’acqua, ma non può ritenersi impermeabile, pertanto non può essere utilizzato nei bagni o in ambienti simili.

Bolon (www.bolon.com). Distribuito in Italia da Liuni (www.liuni.com)

Pavimento in tessuto – Il rivestimento

pavimento in tessuto, pavimenti in tessuto, pavimento tessile, pavimenti tessili

 

Su massetti grezzi occorre stendere uno strato sottile di malta autolivellante, successivamente carteggiata a macchina. La superficie va aspirata e ripulita; poi si divide la stanza in quattro parti tracciando due linee perpendicolari e si inizia a stendere la colla su una di queste. Le piastrelle possono essere posizionate affiancate, sfalsandone la trama, partendo dal centro e procedendo verso il perimetro di un primo settore, per poi passare agli altri. Prima che la colla asciughi, ciascuna fila va rullata.

Pavimento in tessuto – Manutenzione

pavimento in tessuto, pavimenti in tessuto, pavimento tessile, pavimenti tessili

 

La pulizia ordinaria si effettua passando un’aspirapolvere; in base alle dimensioni dell’area, si può poi utilizzare una macchina lavasciuga o uno spazzolone, con acqua calda in cui diluire una dose minima di detergente multiuso (pH 7-8,5) per evitare di dover risciacquare. Se si usa lo spazzolone manuale, occorre ripassare l’aspirapolvere per asciugare.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *