Pavimentare senza demolire

Installare le piastrelle sottili

0
piastrelle sottili
 

Con le piastrelle sottili è possibile coprire un pavimento vecchio senza demolirlo.

Lo spessore ridotto delle piastrelle sottili fa sì che questa soluzione sia validissima anche per i rivestimenti di bagni, cucine e di altre stanze della casa, già dotate di piastrellatura, sia a pavimento, sia sulle pareti. Con questi elementi da rivestimento, oltre a evitare polverose demolizioni, si minimizza l’aumento di spessore della nuova copertura: può bastare l’inserimento di qualche rondella su ciascun cardine delle porte, se lo spazio superiore tra anta e telaio consente un’elevazione della porta, mentre non si interferisce praticamente su telai, infissi, rubinetterie e altro. Le piastrelle sottili sono disponibili in diversi formati con spessori da 3 a 5 mm. Essendo le singole piastrelle separate da una fuga variabile da 1 a 2 mm, il risultato finale è molto vicino a quello di un rivestimento continuo. L’applicazione differisce pochissimo rispetto a quella delle normali piastrelle di ceramica. Robustezza e qualità sono garantite da un processo denominato monopressocottura. Lo smalto, in questo modo, non si può degradare con l’usura e le piastrelle, dal punto di vista igienico ed estetico, hanno le stesse caratteristiche di quelle tradizionali.

Cosa serve:
✓ Piastrelle sottili, in varie misure
✓ Rotella diamantata
✓ Smerigliatrice angolare, dischi da taglio, trapano, punte e seghe a tazza per muratura
✓ Adesivo specifico, spatola dentata, frattazzo di gomma
✓ Paraspigoli, livella a bolla

Piastrelle sottili – L’applicazione

piastrelle sottili, installare le piastrelle, piastrellare, piastrelle sottili in bagno, sottili piastrelle, piastrelle appiani, appiani

  1. Il taglio si può effettuare con un normale tagliapiastrelle. Nel caso di lastre di grandi dimensioni si incide la superficie, dalla parte della ceramica, con un comune tagliavetri diamantato o a rotella.
  2. L’esiguo spessore delle piastrelle consente di realizzare con facilità le aperture necessarie per il passaggio di tubi o scatole elettriche, utilizzando la smerigliatrice angolare con il disco diamantato per grès.
  3. L’adesivo va steso sia sul supporto sia sotto la piastrella utilizzando la spatola dentata, che offre un’ottima livellatura ed evita la formazione di bolle. Per spigoli e gradini si applica un paraspigoli.
  4. Soprattutto posando lastre di grandi dimensioni è importante, dopo la posa, battere su tutta la superficie con il frattazzo dotato di suola in gomma che assesta efficacemente l’accoppiamento.
  5. Si prosegue nella pavimentazione. L’aumento di livello è contenutissimo e il lavoro procede speditamente, specie se si posa su un pavimento piastrellato, già perfettamente piano e regolare.
  6. Nei rivestimenti a parete, lo spessore ridotto evita qualsiasi aggiustamento in corrispondenza dei serramenti. La posa si effettua su muro sia rasato, sia piastrellato, dal basso verso l’alto.

Scopri la gamma di piastrelle sottili Kerlite

Scopri la gamma di piastrelle sottili Appiani

Nuove cucine veloci

piastrelle sottili, installare le piastrelle, piastrellare, piastrelle sottili in bagno, sottili piastrelle, piastrelle appiani, appiani

Con le piastrelle sottili è possibile piastrellare la cucina praticamente senza spostare il piano di lavoro con lavello, piano cottura ecc. è sufficiente asportare le sigillature che lo contornano, smontare il rubinetto (se è a parete) e procedere al rivestimento. Lo spessore aggiuntivo difficilmente incide sugli attacchi idrici e fornisce un lieve avanzamento sul piano di lavoro che facilita la succesiva sigillatura con preparati siliconici o acrilici.

 

 

Vedi anche

1 Commento

  1. […] inoltre, tipi di piastrelle sottili di grès porcellanato che hanno spessore ridotto a soli 3 mm, disponibili anche in grandi formati e […]

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *