Muffa

Come contrastare la condensa sui muri in modo definitivo

0
condensa sui muri
condensa sui muri
 

Per porre rimedio alla condensa sui muri dobbiamo mettere in atto una serie mirati di interventi. Vediamo quali

muffaLa condensa sui muri è causata da un eccesso di umidità negli ambienti di casa (che è estremamente dannosa). L’aria calda è in grado di mantenere più umidità sospesa rispetto a un pari volume di aria fredda. Quando una massa calda (come i fumi di cottura dei cibi) viene a contatto con una superficie fredda (pareti, infissi) si abbassa di temperatura e cede l’umidità che non riesce più a mantenere in sospensione. L’umidità si condensa sui muri in minuscole goccioline e la sua presenza favorisce la formazione di colonie fungine (muffa sui muri) che anneriscono le pareti. Le colonie fungine causate dalla presenza di condensa si formano frequentemente vicino alle finestre e agli angoli delle stanze con muri freddi.  Inoltre, l’umidità, provoca la marcescenza di materiali porosi, come il legno dei mobili. La muffa sui muri si forma più spesso in cucina e in bagno dove la produzione di vapore acqueo è alta. Possiamo ridurre la formazione di condensa sui muri agendo su più fronti, come l’isolamento di pareti e infissi e il miglioramento della qualità dell’aria in casa.

Cosa serve per contrastare la condensa sui muri:

  • Materiali isolanti di vario tipo
  • Ventole, deumidificatori
  • Pitture antimuffa

Perchè si forma la condensa sui muri?

perché si forma la condensa

 Come contrastare la condensa sui muri

tubo isolato

Isolare i tubi: le tubazioni che entrano nell’abitazione, in cui scorre acqua fredda, si ricoprono di goccioline d’acqua. Per evitarlo dobbiamo fasciare i tubi con manicotti isolanti lungo tutto il loro sviluppo.

parete isolata

Isolare le pareti: per ridurre considerevolmente il raffreddamento delle pareti e la conseguente formazione di condensa possiamo applicare un isolante interno con controparete o un cappotto esterno.

deumidificatore

Il deumidificatore: per abbassare   l’umidità presente nell’aria di casa  utilizziamo un deumidificatore elettrico. La stessa funzione può essere svolta dal condizionatore impostato su “deumidificazione”.

ventola a vetro

Ventola a vetro: una ventola inserita sul vetro di una finestra della cucina (o in bagno, lavanderia) fornisce un ricambio continuo e una buona estrazione di umidità che riduce la formazione di condensa.

aspiratore elettrico

Aspiratore elettrico: nei locali come il bagno o la lavanderia ove la produzione di vapore acqueo è importante, è conveniente installare un aspiratore elettrico che convogli all’esterno l’aria umida.

pittura antimuffa

Pitture antimuffa: sulle pareti interessate dalla formazione di muffe conviene eseguire tinteggiature con idropitture contenenti (o arricchite da noi) con preparati antimuffa; ottima è la candeggina.

Uso dei sali assorbenti

sali assorbenti

  1. l’umidità ambientale può essere fortemente ridotta utilizzando i sali igroscopici che permettono di assorbire l’umidità dall’aria e fissare le polveri.
  2. il preparato (granulare o in pastiglie) si colloca in un cestello sotto il quale è presente una vaschetta. Il sale assorbe l’umidità dell’aria che si condensa e gocciola nella vaschetta. Questa va periodicamente svuotata e i sali vanno rinnovati quando sono esauriti.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Muffa