Rivestire le pareti

Piastrelle a mosaico in bagno

0
rinnovare pareti bagno
 

L’idea di aggiungere alcune piastrelle a mosaico in bagno può essere utile al momento di rifare il bagno, ma è soprattutto un ottimo modo per rinnovare quello esistente.
Infatti se abbiamo una piastrellatura monocolore, in ottimo stato, ma che ci ha un po’ stancato per la sua monotonia, basta sostituire qua e là qualche piastrella e aggiungere una banda superiore con un disegno a mosaico, magari intonato ai sanitari o alla tinta dei muri, che possiamo rinnovare per l’occasione.
Colori allegri e vivaci e piastrelline piccole, tipo mosaico: le tesserine sono premontate su rete flessibile, da tagliare nelle dimensioni che occorrono e già pronte per la posa. Si trovano nei centri bricolage.

RIMUOVERE LA VECCHIA PIASTRELLA E APPLICARE QUELLA NUOVA

  1. La sostituzione di una singola piastrella va eseguita con cura, per evitare che la rottura si propaghi. Si inizia liberando le fughe dal cemento con una piccola lama.
  2. Sempre agendo con molta cautela, senza dare colpi troppo forti,  eseguiamo un foro d’invito al centro della piastrella da sostituire, con martello e punteruolo.
  3. Con martello e scalpello allarghiamo la sede, progressivamente, stando sempre attenti che lo strumento non ci sfugga di mano scheggiando le piastrelle vicine.
  4. Dopo aver rimosso tutti i pezzi di piastrella  ripulito, spalmiamo uno strato sottile e uniforme di colla con l’apposita spatola dentata.
  5. Tagliamo un pezzo quadrato del supporto a mosaico, nelle dimensioni della piastrella, e lo inseriamo nella sede, premendo forte sulla colla e partendo dal basso verso l’alto.
    La flessibilità della base ci aiuta in questo.
  6. Nello stesso modo, con un cutter, tagliamo anche le strisce che servono per la banda superiore. Un’altezza di tre tessere può essere ideale.
  7. Con un righello largo quanto la banda, appoggiato al bordo superiore delle piastrelle, tracciamo una riga orizzontale per delimitare la zona da spalmare di colla.
    Applichiamo la banda sulla striscia predisposta con la colla, fino a completare il perimetro.
  8. Come per qualsiasi piastrellatura, le fughe fra le tesserine si riempiono con la malta riempifughe, utilizzando una piccola cazzuola, e l’eccesso si asporta subito dopo con una spugnetta umida.

 http://www.youtube.com/watch?v=T4zlc0133v8

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *