FinestreTetto

Lucernari Velux

0
 

Sempre più frequente è il recupero dei sottotetti per trasformarli in spazi abitabili indipendenti o per ampliare volumi già esistenti: è imperativo disporre di aperture che garantiscano illuminazione naturale e ricambio d’aria a questi spazi, i lucernari Velux arrivano in aiuto di questa esigenza.

Su queste finestre ci sono diverse considerazioni da fare: dimensioni, posizione, tipo di apertura, più tanti piccoli, ma fondamentali accorgimenti che, se rispettati, permettono di sfruttarle al meglio. Prima di scegliere una finestra da tetto bisogna osservare la pendenza della falda:  se si effettua l’installazione ad altezza d’uomo, meno il tetto è inclinato più dev’essere alta la finestra, così da poter vedere all’esterno tanto da seduti quanto in posizione eretta.
Questa regola soddisfa la vista, ma non necessariamente l’olfatto. I fumi e gli odori, infatti, tendono a salire verso il colmo del tetto ed il ricambio d’aria potrebbe rivelarsi scarsamente efficiente. In alcuni casi conviene prevedere un’ulteriore finestra nel punto più alto, semplice o doppia: quest’ultima si installa a ridosso del colmo, “a capanna”, e deve obbligatoriamente essere azionabile tramite telecomando.

lucernari-velux

Per la larghezza, il limite massimo corrisponde alla distanza tra due puntoni del tetto con i quali, in quanto elementi strutturali, l’apertura non deve interferire. Dovendo installare più finestre per illuminare una singola zona, è meglio sovrapporle che non affiancarle: si risolve l’inconveniente già esaminato e si evita di sacrificare spazio ad un’altezza utile per collocare gli arredi in uno spazio che, lungo il perimetro, di libertà non ne lascia granché.
Come una qualsiasi altra finestra, quella da tetto deve disporre di sistemi oscuranti e filtranti della luce: anzi, la necessità è maggiore, trattandosi di una superficie inclinata e non perpendicolare, molto più esposta alle radiazioni solari. Il sensore di pioggia qui assume un’importanza rilevante, per chiudere immediatamente ed in modo automatico la finestra in caso di precipitazioni. Alcune motorizzazioni possono essere alimentate dall’energia solare captata da un piccolo pannello ed immagazzinata in un accumulatore, così da garantire la movimentazione anche in caso di black-out.                        


Dimensioni

dimensioni-velux
A parità di superficie vetrata, l’illuminazione è migliore installando più finestre piccole di quanto non sia possibile con una sola grande finestra.

Luminosità
luminosità-velux
Un rivestimento attorno alla finestra divaricato verso il basso e verso l’alto permette l’ingresso di una maggiore quantità di luce.

Circolazione

circolazione-velux
Un rivestimento inclinato verso l’interno assicura anche una migliore circolazione dell’aria calda, evitando formazioni di condensa.

Sicurezza

sicurezza
La dimensione della finestra non deve interferire con gli elementi strutturali del tetto, eventuali modifiche alla struttura devono garantire solidità al tetto.  

Estetica

estetica-velux
Le finestre da tetto vanno disposte armonicamente rispetto a quelle di facciata, per non interferire negativamente con l’architettura dell’edificio.

Un’installazione
velux-installazione
Determinata la posizione, evitando di interferire con la struttura principale del tetto, si eliminano le tegole necessarie in base alle dimensioni del telaio.

velux-installazione1I listelli reggitegola vanno tagliati a filo della luce, quindi si fissa il telaio per mezzo di squadrette metalliche o supporti simili.  

velux-installazione2
Se il telaio è preassemblato basta controllarne la squadratura prima di fissarlo, altrimenti nel montaggio bisogna verificare la corrispondenza delle diagonali. Ai lati bisogna rimuovere una fila di tegole per disporre la scossalina sotto la copertura ed evitare infiltrazioni; nella parte inferiore, invece, la si fa sormontare le tegole per consentire lo scolo dell’acqua piovana.

velux-installazione3
Attorno al telaio completato si dispongono i profili semirigidi, ben raccordati alle tegole, per convogliare le acqua pluvie lateralmente. Anche se le guarnizioni ed i profili garantiscono la tenuta stagna, si possono rifinire le giunzioni più esposte con un silicone elastico, resistente al calore, all’umidità ed ai raggi UV.
Il lavoro si conclude con il montaggio dell’anta.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Finestre