Attrezzi fai da teFai da te Legno

Strettoi e morsetti per il fai da te

0
strettoi morsetti
 

Indispensabili in molti lavori di bricolage

Strettoi e morsetti sono indispensabili in molti lavori di bricolage che interessano edilizia, meccanica, falegnameria e hanno la funzione di serrare insieme saldamente due o più pezzi mentre si eseguono altre lavorazioni.

Nella sua struttura di base lo strettoio è formato da un piatto d’acciaio ricurvo ad una estremità su cui è saldata la ganascia fissa. 

La parte mobile è formata da una robusta staffa munita di una vite di manovra con un’impugnatura tipo cacciavite o una manovella scorrevole che permette di trasmettere maggior forza; forza che, per un morsetto con l’asta da 25×6 mm, può arrivare fino a 1000 kg. 

La parte scorrevole, posta sotto sforzo, si pone leggermente di sbieco e si incastra sull’asta bloccandosi in posizione.
I tecnopolimeri hanno rimpiazzato molte parti metalliche rendendo il morsetto leggero e maneggevole. In alcuni l’impugnatura è montata sulla ganascia mobile e scorre con essa, tanto che il morsetto può essere manovrato con una sola mano anche in posizioni scomode: un´opzione interessante, considerato che chi pratica il fai da te opera prevalentemente da solo.

VERSATILE PRESA 

  1. L’incollaggio di una cornice, di un cassetto o anche di un mobile di grandi dimensioni non sempre è comoda a causa della difficoltà nel trovare i morsetti della giusta dimensione (almeno 4) e montarli mantenendo i lati dell’oggetto in squadra e ben centrati. Il serraggio a nastro è nato proprio per questo utilizzo. Possiede tre ganasce scorrevoli su di un robusto nastro in nylon lungo quattro metri, più un´ impugnatura con la quarta ganascia munita di un doppio bloccaggio laterale a leva, che permette di registrare la posizione del nastro, e una vite a filettatura quadra con impugnatura a cacciavite che lo mette in tensione. 
  2. Con i morsetti ad angolo si riescono a tenere in posizione con un angolo di 90° i lati di un elemento da assemblare, come un cassetto o una scatola, in modo da poter aggiungere un singolo elemento durante il montaggio senza smontare gli altri. Il posizionamento è rapidissimo grazie ad un pressore a molla.
  3. La versatilità è la caratteristica principale del classico strettoio a vite: si possono sia serrare pezzi da pochi millimetri, sia tenere insieme interi mobili. Tra ganasce metalliche e pezzo, se non hanno già una protezione in materiale plastico, va interposta una tavoletta per non incidere la superficie del legno quando vengono strette con forza.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *