Attrezzi fai da te

Impieghi del trapano

0
 

I giusti accessori per gli impieghi del trapano

Re di tutti gli elettroutensili per il bricolage, il trapano non solo fora, ma avvita, leviga, smeriglia… purché venga equipaggiato con i giusti accessori gli impieghi del trapano sono davvero molti.
Il trapano è un formidabile aiutante in parecchi lavori: esegue in pochi secondi un lavoro che la mano nuda compie faticosamente in minuti.
Un attrezzo ideale è l’avvitatore a batteria, ma anche un trapano con alimentazione di rete lavora in maniera eccellente, bisogna solamente imparare a gestire il surplus di potenza e velocità per evitare che un eccesso d’entusiasmo riduca a mal partito la testa della vite e la punta dell’inserto.
La levigatura è uno degli impieghi del trapano più adatti, quasi una sua seconda natura, anche grazie alla disponibilità di numerosissimi accessori muniti di un codolo afferrabile dal mandrino.
Una buona lucidatura si realizza iniziando con utensili grossolani che spianano le superfici per passare a tele di grana sempre più fine e terminare con abrasivi in pasta o liquidi. Il trapano può occuparsi da solo di tutte queste fasi di lavorazione montando i differenti accessori adatti a ciascuna operazione.

Trapano avvitatore

Gli adattatori magnetici con arresto di profondità hanno la duplice funzione di trattenere la vite sull’inserto durante le prime fasi dell’avvitamento e di arrestarne la rotazione  non appena la testa di quest’ultima è a filo della superficie. Particolarmente utile per lavori ripetitivi su materiali teneri. L’attacco è per inserti esagonali da ¼ di pollice.

  1. Inserti con impronta a taglio da 0,6 x 4,5 mm a 1,6 x 8 mm.
  2. Inserti con punta a croce Phillips riconoscibili per la scritta PH seguita da un numero da 1 a 4.
  3. Inserti Pozidriv, riconoscibili per le quattro cuspidi nelle scanalature identificati con la scritta PZ e i numeri da 1 a 4.
  4. Inserti con impronta Torx dal n° 6 (1,75 mm) al n° 60 (13,44 mm).
  5. Inserti a brugola con misure dello stelo da 2 a 8 mm.LEVIGARE…

  1. La spazzola a fili metallici per trapani è adatte alla rimozione di vernici e ruggine da parti metalliche anche fortemente incrostate.
  2. Per lavori di pulizia e lucidatura di metallo, legno, pietra e plastica esistono spazzole formate da setole di nylon nelle quali è disperso un abrasivo. Sono molto resistenti e hanno una durata superiore a quelle a fili metallici.
  3. I platorelli più raffinati hanno il codolo collegato in maniera flessibile al disco in maniera da poterlo mantenere sempre ben appoggiato per una levigatura uniforme e senza vibrazioni.
  4. Il tamburo abrasivo ha un corpo elastico e resistente in materiale sintetico su cui è calzato un nastro abrasivo da 65×410 mm. È adatto per lavorare legno, metalli, stucchi e materiali rinforzati.

Smerigliare

  1. Gli scovoli, composti da fili metallici trattenuti da due tondini ritorti, sono utilizzati per la pulizia o la lucidatura profonda di tubi e canali.
  2. Il trapano può essere reso più comodo da impiegare utilizzando un aggiuntivo che muove un flessibile al cui capo si trova un supporto per frese e mole, molto più maneggevole e leggero per lavori di alta precisione.
  3. Con una mola abrasiva montata su di uno speciale supporto, il trapano diventa un’efficace affilatrice per utensili, per punte elicoidali e anche, abbassando la velocità, per coltelli e forbici.
  4. Il supporto per dischi permette di tagliare laterizi e metalli. L’azione del trapano è più lenta dato che la massima velocità è di 3000 g/min, contro i 10.000 delle smerigliatrici angolari.

Lucidare

  1. La cura del legno con il trapano non si ferma alla semplice levigatura con tela abrasiva, ma prosegue con dischi di panno e in feltro per lucidatura delle laccature con paste abrasive, il tampone di spugna per stendere la cera e la cuffia in lana d’agnello per la lucidatura finale. Dato che questi accessori possono dare luogo a riscaldamenti localizzati delle vernici, è consigliabile azionare il trapano a velocità moderata e scorrere la superficie con mano leggera.
  2. I dischi di tela e feltro, con paste abrasive adatte, sono in grado di lucidare a specchio argenteria e metalli ossidati. Per la lucidatura di oggetti dal grezzo è necessario passare prima tele abrasive di grana progressivamente più fine per avere risultati soddisfacenti.
  3. Il trapano è molto efficace per stendere polish e cere sulla carrozzeria dell’auto con il tampone di spugna. La moderata azione abrasiva elimina la patina di vernice ossidata, mentre per la lucidatura finale si utilizza una morbida cuffia in lana d’agnello.

Vedi anche

Commenti

Comments are closed.