morsa da banco
morsa da banco
Home / Fai da te / Attrezzi fai da te / Morsa da banco | Caratteristiche, scelta e fissaggio

Morsa da banco | Caratteristiche, scelta e fissaggio

 

Scegliere una buona morsa da banco per il proprio laboratorio è decisamente importante, ma occorre conoscere bene le caratteristiche

La morsa da banco in acciaio è formata da due corpi, uno fisso e uno mobile (la ganascia) che scorre in rotaie aperte nel corpo fisso. La sezione delle rotaie è generalmente a V, concava nel corpo fisso e convessa in quello mobile, ma ci sono anche morse con le rotaie a coda di rondine o in cui la coda della ganascia è un grosso quadro che scorre in una finestratura.

La morsa si può anche costruire, a tal proposito consigliamo la lettura della nostra guida su come costruire una morsa

Come funziona la morsa da banco

Il movimento della ganascia è dato da una vite tanto più robusta quanto più grossa è la morsa. La ganascia mobile può aprirsi verso l’operatore o dalla parte opposta. Tra le ganasce chiuse non dev’esserci la minima fessura, anche alla massima apertura la ganascia mobile non deve ballare dentro il corpo fisso.

morsa da banco disegno

Come scegliere una morsa da banco

Nella scelta della morsa scegliamo un modello che disponga di piastra girevole, soluzione comoda per eseguire tagli sbiechi senza doverci porre di traverso rispetto ai pezzi.

Come si utilizza

Nel bloccare i pezzi fra le ganasce sistemiamoli in modo che la zona in cui dobbiamo operare resti più vicino possibile alle ganasce, così da concentrare meglio lo sforzo su di esse.

Il montaggio della morsa sul banco va studiato con cura per avere ai lati dell’attrezzo spazio sufficiente a lavorare anche su pezzi lunghi da reggere con rulliere o altri mezzi simili.

Una buona morsa è come una “terza mano”, ci permette di lavorare con entrambe le nostre su pezzi immobilizzati tra le ganasce anche facendo forza, purché il piano su cui è fissata sia altrettanto robusto.

Quando dobbiamo serrare in morsa pezzi con superfici delicate, possiamo tenere a portata di mano due strisce di un materiale più morbido di quello del pezzo in lavorazione, sagomate a L, da porre sulle ganasce prima del serraggio. Le migliori morse hanno il corpo di ghisa, mentre le ganasce di buona qualità sono d’acciaio, meglio se “cementato”.

La morsa sul banco da falegname

Nei banchi da falegname la morsa è costituita da un’unica ganascia mobile, di solito molto larga, che va a chiudersi con il bordo del banco, a filo piano con lo stesso. L’ampia superficie di appoggio permette il serraggio di tavole e travetti; inoltre sul piano del banco e nella parte superiore della ganascia sono presenti fori calibrati e distanziati nei quali si inseriscono i “cani”, robusti risalti che si utilizzano come scontro per serrare pannelli di grandi dimensioni in piano e stabilizzare incollaggi.

Morsa da banco | Caratteristiche, scelta e fissaggio ultima modifica: 2018-09-25T09:55:55+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *