Auto, moto e bici

Pastiglie freni della moto: come sostituirle

0
sostituzione pastiglie freni, pastiglie freni, pasticche freni, pastiglie, freni, dischi freno, cambio pastiglie freni, cambiare pastiglie freni
 

Procurandoci il ricambio giusto possiamo effettuare la sostituzione pastiglie freni  anche nel garage di casa nostra

Quando le pastiglie freni si usurano, non è possibile mantenere una guida sicura, senza contare che oltre un certo limite si può incorrere nel danneggiamento dei dischi, sui quali si formano “solchi” che ne impongono la rettifica o la sostituzione. Se la moto è equipaggiata con un sistema ABS è meglio rivolgersi ad un’officina, diversamente possiamo procedere noi stessi alla sostituzione: la procedura è la stessa per qualsiasi modello, mentre i sistemi di fissaggio e la forma delle pastiglie sono variabili. La zona di lavoro va lavata con un’idropulitrice e soffiata con aria compressa, poi bastano pochi attrezzi e una bomboletta di WD-40 a portata di mano per sbloccare i meccanismi ed eliminare le ossidazioni. Tutto l’intervento richiede meno di un’ora di lavoro: se utilizziamo pastiglie di tipo normale dobbiamo evitare frenate profonde per i primi 100 km, ma alcuni tipi (racing) non richiedono il rodaggio termico e i freni possono essere sfruttati appieno da subito.

Sostituzione pastiglie freni – L’olio dei freni

sostituzione pastiglie freni, pastiglie freni, pasticche freni, pastiglie, freni, dischi freno, cambio pastiglie freni, cambiare pastiglie freni

Quello dell’olio dei freni è un circuito chiuso: l’olio rimane in prossimità del valore massimo e non si consuma, un calo di livello è il segnale inequivocabile che le pastiglie sono consumate (accertato che non ci sia una perdita). Prima di iniziare lo smontaggio, è bene aprire il serbatoio dell’olio dei freni perché nel riportare indietro i pistoncini, che sono in posizione avanzata a causa dell’usura delle pastiglie, si può incontrare difficoltà per via della pressione che si forma all’interno. Meglio anche prelevarne un po’ con una siringa, per evitare che trabocchi, e reimmetterlo a fine lavoro.

Sostituzione pastiglie freni – Smontaggio

sostituzione pastiglie freni, pastiglie freni, pasticche freni, pastiglie, freni, dischi freno, cambio pastiglie freni, cambiare pastiglie freni

  1. Rimuoviamo i bulloni di fissaggio della pinza e portiamola all’esterno senza torcere i tubi.
  2. Con le pinze a becco togliamo la copiglia che ci permette di estrarre la spina di fermo.
  3. Sfiliamo la spina che attraversa le ganasce della pinza e un’estremità delle pastiglie.
  4. Separiamo le pastiglie facendo un poco leva con la lama del cacciavite.
  5. In alcuni casi l’elemento di destra ha forma diversa rispetto a quello di sinistra.

Sostituzione pastiglie freni – Nuovi elementi

sostituzione pastiglie freni, pastiglie freni, pasticche freni, pastiglie, freni, dischi freno, cambio pastiglie freni, cambiare pastiglie freni

  1. Lo spessore delle pastiglie diminuisce con l’usura e questo provoca l’avanzamento dei pistoncini, che devono essere riportati indietro per poter inserire quelle nuove. Facendo molta attenzione a non segnare le superfici, possiamo aiutarci con le pinze a pappagallo.
  2. Osserviamo la forma delle pastiglie per inserirle nel modo corretto. Evitiamo il contatto con l’impasto della superficie frenante, può bastare poco per comprometterne il funzionamento.
  3. Agganciamo la pastiglia sul perno fisso presente sulla ganascia della pinza, tenendola verso l’esterno, e facciamola ruotare verso l’interno.
  4. Assestiamo nella sede la pastiglia, allineandola con quella inserita in precedenza. Se lo abbiamo, possiamo spalmare una modesta quantità di grasso siliconico per freni prima del montaggio.
  5. Controlliamo che i fori per l’inserimento della spina siano allineati, quindi la rimettiamo in sede e la blocchiamo nuovamente con la copiglia.
  6. Rimontiamo la pinza al suo posto e ripetiamo le operazioni sull’altro lato. Al termine del lavoro ripristiniamo l’olio dei freni del serbatoio e azioniamo più volte la leva del freno, fino a quando non sentiamo il circuito in pressione.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *