mangiatoia per uccelli
mangiatoia per uccelli
Home / Fai da te / Costruzioni fai da te / Costruzioni per animali / Mangiatoia per uccelli fai da te | Come costruirla passo-passo

Mangiatoia per uccelli fai da te | Come costruirla passo-passo

 

Una casetta di legno costruita con poco materiale avanzato da altri lavori diventa una mangiatoia per uccelli, utile per offrire loro ristoro e riparo quando hanno difficoltà a reperire il cibo in natura

Durante i mesi invernali gli uccellini che svolazzano attorno a casa sono costretti a tirare la cinghia: gli insetti scarseggiano e i semi non sono facili da trovare, specialmente sotto la neve, senza contare che le ore di luce per cercare cibo sono poche ed è proprio il periodo in cui servono più calorie. Cambia tutto, però, se interveniamo noi: basta disporre loro una mangiatoia per uccelli, uno spazio riparato dove possono trovare qualche granaglia, pane sbriciolato, scarti di frutta sminuzzati.

Nel giro di pochi giorni diventeranno visitatori quotidiani del nostro giardino e, probabilmente, nidificheranno nelle vicinanze e continueranno a farci compagnia anche nella bella stagione.

Mangiatoia per uccelli fai da te

La mangiatoia che abbiamo realizzato fai da te ha la classica forma a casetta; la sua costruzione è abbastanza semplice, bastano pochi listelli e qualche tavoletta di legno che chiunque ha tra gli avanzi. La cura dei dettagli è semplicemente uno sfizio personale: abbiamo voluto, per esempio, rivestire la copertura con pezzi di tegole canadesi, ma se non si ha qualche striscia tra gli scarti non è certo il caso di acquistarle.

Se si realizza una struttura tutto sommato spaziosa, rapportata alle dimensioni dei volatili, bisogna però avere qualche accortezza nel limitare l’accesso agli uccelli più grandi e voraci come piccioni, tortore o gazze: per questo i tondini che permettono “l’approdo” alla mangiatoia sono poco sporgenti ed è necessario chiudere parzialmente i 4 lati affinché solo gli uccellini di piccola taglia possano introdursi per beccare il cibo.

Come costruirla

Con listelli e una tavoletta di compensato si realizza un vassoio suddiviso in quattro settori per le granaglie; agli angoli si fissano i 4 listelli di supporto alla copertura, con l’estremità superiore tagliata a 60° su cui avvitare i puntoni.
Anche i listelli che formano i puntoni hanno le estremità superiori bisellate.
La trave di colmo della nostra mangiatoia per uccelli e i due dormienti si incollano e avvitano tra i puntoni.
Si completano i timpani chiudendo le capriate con le catene (i listelli orizzontali) e, ciascuno, con un triangolo di compensato al cui centro è aperto un foro grande quanto basta a consentire il passaggio dei volatili più piccoli, come passerotti e pettirossi. Un tondino di legno attraversa le catene e sporge all’esterno per fornire una sosta riparata agli ospiti.
Sui 4 lati, la parte alta delle pareti è chiusa da lamiera traforata e, nella base, sono inserite, lungo il perimetro, spine di legno per la sosta degli uccellini. Ai puntoni si fissano, a sbalzo, i listelli (terzere) supplementari per il fissaggio del tavolato.
Completato il tavolato di sottocopertura, si passa al trattamento protettivo dell’intera struttura. Qui è stato utilizzato un mordente per tingere il legno e successivamente un impregnante.
Per la copertura si utilizzano strisce di tegole bituminose, tagliate in modo che risultino sporgenti di circa 10 mm rispetto al tavolato. Si posiziona la prima striscia alla base della falda e si sale verso il colmo, con una leggera sovrapposizione delle strisce.
Posta un’ultima striscia a copertura del colmo si fissano le tegole al tavolato tramite punti metallici inseriti con la graffatrice; il calore del sole le stabilizzerà ammorbidendo lo strato di guaina.
Mangiatoia per uccelli fai da te | Come costruirla passo-passo ultima modifica: 2018-07-09T09:28:54+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *