Esterni

Setaccio per terra | Realizzazione fai da te

7
setaccio per terra
 

Costruiamo un pratico setaccio per terra da installare direttamente sopra la carriola

Rastrellando vialetti e aiuole per raccogliere le foglie secche, spianando il terreno o mettendo a dimora nuove piante, ci si ritrova ad ammucchiare una massa composta da vari detriti e da una parte di terra che, inevitabilmente, viene asportata insieme al materiale di risulta. Lo strato di terra superficiale è prezioso per i rinvasi; si è arricchito di foglie decomposte sotto l’effetto della pioggia che rendono la terra fine e al tempo stesso ricca di elementi nutritivi. Per questo vale la pena di recuperarla; l’unico modo è far passare l’insieme attraverso un setaccio per terra a maglie non troppo fitte, quanto basta per lasciar passare la terra senza intasamenti. 

Il progetto

setaccio per terra fai da te

Un rettangolo di rete robusta incorniciato da un telaio, realizzato a misura della carriola, ci permette di utilizzare quest’ultima come ampio contenitore di recupero della terra da trattenere e riutilizzare.

Occorrente

occorrente
  • Listelli di abete 30×30 mm;
  • Piastrine metalliche a L 100×100 mm;
  • Cerniere 80×28 mm;
  • Barre filettate Ø 6×1000 mm;
  • Occhielli filettati;
  • Viti, dadi e rondelle;
  • Squadrette angolari 35×35 mm;
  • Rete per recinzione rivestita di plastica con maglie quadrate da 10 mm di lato;
  • Impregnante protettivo per legno.

Come costruire un setaccio per terra

impregnante
Dopo aver deciso di quali dimensioni intendiamo realizzare il setaccio fai da te per terra, tagliamo a misura i listelli di abete con angoli a 45°. Prima dell’assemblaggio proteggiamo i listelli con un impregnante.
telaio
Assembliamo il telaio accostando i listelli tagliati a 45° e unendoli con le piastrine metalliche a L tramite viti autofilettanti. Utilizziamo un comodo avvitatore a batteria per questa operazione.
tagliare rete
Tagliamo la rete con il tronchesino avendo l’accortezza di tagliare i lati lunghi con un’abbondanza sufficiente per permetterci di ripiegarla saldamente attorno alle barre filettate.
viti a occhiello
Per fissare la rete usiamo le barre filettate che vengono fissate lungo il perimetro interno del setaccio terra con le viti a occhiello (dotate di filettatura per metallo e dado) inserite lungo di esse.
rete
Dopo aver forato il telaio per il passaggio delle viti a occhiello, inseriamo una maglia di rete in ogni vite prima di infilarla nel relativo foro e avvitarla, in modo da bloccare la rete stessa.
setaccio per terra
Avvitiamo, su un lato corto, due cerniere metalliche che servono per il fissaggio delle gambe d’appoggio, anch’esse realizzate con listelli d’abete tagliati a misura e trattati con impregnante. Il setaccio per terra è completato.

Vedi anche

7 Commenti

  1. Scusa ma a che serve la barra filettata?la rete è fissata con gli occhielli.

     
    1. Buongiorno Nicola,

      La barra filettata è di fondamentale importanza perché rappresenta l’effettivo sostegno della rete. Gli occhielli filettati sono chiusi (non sono a gancio). Il serraggio degli occhielli con i dadi porta a riscontro la barra filettata al telaio, fissando tenacemente la rete e conferendo stabilità al setaccio.

      Nel disegno il principio risulta ben illustrato.

      Cordiali saluti,

       
  2. Mi sembra un’ ottima soluzione ma anche impegnativa ma bella spt quando si può applicare a una carriola. Domanda ma le maglie non sono troppo larghe? Perche’ in questo caso passano anche sassolini. Ok?

     
    1. Il calibro dei sassolini che passano è trascurabile, d’altra parte se usi maglie più piccole hai difficoltà a par passare il terriccio

       
  3. Molto pratico e facile da realizzare complimenti

     
  4. ne ho costruito uno, ma ora pensavo di cercare di farlo rotondo, in maniera che ruotando setacci da solo, senza dover spostare io la terra, che ne pensate?

     
    1. Buongiorno Gio,

      Pensiamo che sia un’idea eccellente. Se lo realizza potrebbe fare qualche foto dei passaggi, in modo che (se gradisce) le pubblichiamo citandola.

      Cordiali saluti.

       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Esterni