Oggetti vari

Stendino verticale da soffitto | Come costruirlo fai da te in acciaio

0
stendino
stendino
 

Costruire uno stendino verticale non è difficile: occorre solo un po’ di abilità nel taglio del’acciaio

Uno stendino in casa può risultare spesso ingombrante. Il vantaggio di una struttura a stendino verticale saliscendi sta nel fatto che, una volta stesi i panni, questa si può sollevare, recuperando spazio utile. Deve essere però sufficientemente solida e robusta, e anche il sistema di sollevamento deve essere adeguato, in modo che non ci siano inceppamenti e che il piano non ondeggi, non si inclini, o peggio, cada per il peso della biancheria.

Stendino fai da te con acciaio e corda

Lo stendino verticale fai da te  per il soffitto ideato dal nostro lettore Fabrizio Valli è tutto in acciaio e per il saliscendi utilizza un ingegnoso sistema, che trasferisce il movimento della manovella, tramite una corda, a una serie di nastri in nylon, fermati sulle barre di avvolgimento mediante sezioni di tubo metallico. I nastri, arrotolandosi e srotolandosi, sollevano e abbassano il piano di stenditura, che quindi rimane sempre ben stabile, anche perché è sorretto da due larghe staffe di supporto a soffitto.

L’insieme dei materiali occorrenti costa circa 38 euro e l’assemblaggio non richiede più di 16 ore di lavoro. La lavorazione consiste soprattutto nel tagliare i pezzi a misura, forare dove necessario con il trapano a colonna e saldare.

Cosa serve per costruire uno stendino verticale da soffitto

Gli utensili:

  • Troncatrice rapida per metalli
  • trapano a colonna
  • saldatrice elettrica ad arco
  • smerigliatrice angolare.

I materiali:

  • Tubo quadro in acciaio 20×20 mm
  • tubo rotondo Ø esterno 30 mm, spessore 3 mm
  • tondino Ø 6 mm
  • 4 cuscinetti Ø 26 mm
  • spessore 9 mm;
  • piattina 25×8 mm;
  • barre filettate Ø 8 mm;
  • blocchetti in teflon 10x10x40 mm;
  • viti 5×10 mm e 8×35 mm;
  • 8 tasselli a espansione da soffitto;
  • 2 dadi 8 mm;
  • 2 dadi autobloccanti 8 mm;
  • 4 rondelle Ø 8 mm;
  • Per la manovella: piatto 5×30 mm e 5×100 mm; tondino Ø 10 mm; puleggia con fissaggio a parete; nastro in nylon larghezza 45 mm; corda in nylon

Come costruire la carrucola dello stendino verticale

La carrucola consiste in un disco di fissaggio a muro, su cui è saldata una staffa a U, in cui si infila un tubo su cui è avvolta la corda. Il tubo è saldato a sua volta alla manovella. C’è poi una levetta che ruota su un perno e che funge da dente di bloccaggio per il non ritorno. Quando la levetta è alzata si può girare la manovella e la corda si arrotola.

quando è abbassata la manovella si blocca in posizione…

Dei blocchetti in teflon sulle guide verticali a muro mantengono in posizione l’intelaiatura e impediscono che si righi la parete. La corda passa per una puleggia fissata a muro che fa da guida, e quindi trasferisce la rotazione alla prima barra che gira su cuscinetti; da qui, tramite il sistema di nastri, per trascinamento si trasmette la trazione alla barra opposta. I nastri sono collegati al telaio dello stendino mediante piattine di ferro forate e imbullonate.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Oggetti vari