Oggetti vari

Pagaia aleutina fai da te | Realizzazione illustrata

0
pagaia aleutina
 

Grazie alla particolare forma della pagaia aleutina si possono percorrere lunghi tratti con il kayak senza affaticarsi

Le Isole Aleutine formano nel Pacifico settentrionale un arcipelago che è in parte sotto l’amministrazione dell’Alaska e in parte sotto quella della Federazione Russa. Gli abitanti, prevalentemente dediti alla pesca, utilizzavano per i loro kayak da mare (baidarka) una particolare pagaia con i cucchiai in linea, anziché a 90° come nei modelli tradizionali: questa è detta per l’appunto pagaia aleutina.

Gli appassionati conoscono bene i vantaggi delle pagaie aleutine: ha una maggior lunghezza che permette di sfruttare meglio il principio della leva, traducendolo in una maggior spinta in acqua; i cucchiai in linea evitano di dover ruotare il polso, quindi ci si affatica meno a parità di velocità di navigazione.

I prezzi di vendita oscillano fra 300 e 400 euro; ciò fa facilmente propendere per l’autocostruzione. Sono necessarie diverse ore di paziente lavoro, ma alla fine è possibile realizzare una pagaia aleutina fai da te con una spesa di circa 20 euro.

Realizzazione pagaia

listelli di legno
Il materiale di partenza è costituito da un listello di faggio 2400x30x20 mm al centro, due listelli di mogano 2000x10x20 millimetri e due listelli di abete 2000x45x20 mm, scelti anche per le diverse colorazioni.
Per incollaggi destinati all’immersione è sempre meglio ricorrere a prodotti bicomponenti oppure ad adesivi poliuretanici monocomponente formulati per l’utilizzo in ambito nautico. I listelli vanno incollati di costa e serrati tra morsetti, ripulendoli subito dalla colla in eccesso che affiora in superficie.
Sulla superficie si traccia la sagoma della pagaia e i vari segmenti, a quote precise sulla lunghezza, che determinano le misure del manico e le sezioni che permetteranno di conferire alle pale la corretta sagomatura in base al piano costruttivo.
calibratura pagaia per kayak
Il profilo della pagaia aleutina si taglia grossolanamente con il seghetto alternativo, lasciando abbondante margine per affinare la sagomatura. Con un pialletto elettrico di riduce lo spessore nella parte centrale delle pale e si segue meglio il profilo esterno, poi si passa a un’asportazione meno massiccia con un surform e si completa il lavoro con carta vetrata a grana via via più fine, fino a ottenere la necessaria calibratura della pagaia.
pagaia aleutina per kayak
Si conclude con la stesura di un impregnante trasparente idoneo in 4 mani; nonostante le dimensioni, il peso finale della pagaia è intorno al chilogrammo.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Oggetti vari