Costruire tavoli

Tavolini da salotto fai da te

1
tavolini da salotto fai da te
tavolini da salotto fai da te
 

Ecco come costruire passo-passo due bellissimi tavolini da salotto fai da te, con top scorrevole

materiale per fai da teQuesti due tavolini da salotto fai da te provvisti di top scorrevole, collocati uno di fronte all’altro, forniscono un piano d’appoggio con un’altezza ideale per collocarli in salotto, tra divano e poltrone. Lo spazio occupato  non va perso perché all’interno  dei due moduli possono trovare posto libri, videocassette o DVD, telecomandi e tutto ciò che si deve avere a portata di mano. I due top scorrono su guide per cassetti montate sul bordo superiore  del telaio. Quelle che appaiono come quattro gambe quadrate  agli angoli, in realtà non sono altro che riporti incollati e inchiodati alla struttura portante costituita  da un cassone in MDF, sollevato  da terra di una decina di millimetri grazie a quattro spessori.

Cosa serve per realizzare i tavolini da salotto fai da te: (materiali per uno dei due tavolini da salotto):

  • MDF da 19 mm: 2 fianchi 850×300 mm + 2 da 400×300 mm; 1 fondo 812×400 mm; 1 divisorio interno 281×400 mm; 1 coperchio 420×850 mm
  • MDF da 10 mm: 2 pezzi da 45×850 mm e 2 da 45×350 mm (bordi superiori); 4 da 45×320 mm (angoli verticali); 2 da 45×450 mm e 2 da 45×850 mm (bordi coperchio)
  • Listelli 25×45 mm: 2 da 420 mm e 2 da 400 mm; spine di faggio ø 6 mm; viti 3×40 mm; chiodini 1,5×20 mm
  • guide metalliche per  cassetti con viti; fondo acrilico; carta vetrata; smalto acrilico

Tavolini da salotto fai da te – il progetto

tavolino da salotto progetto

Tavolini da salotto fai da te – assemblaggio con spine

incollaggio con spine

  1. Il contenitore è realizzato interamente con la tecnica della spinatura cieca. Per praticare fori corrispondenti lungo i bordi delle parti da unire, dobbiamo ricorrere alla guida specifica, allineando con esattezza ogni pannello al profilo del fondo.
  2. I pannelli laterali corti vanno forati in basso sulla faccia interna, per essere collegati al fondo, e sui due bordi verticali, per il collegamento ai fianchi maggiori. Cospargiamo di colla le sedi per le spine ed i bordi a contatto.
  3. Utilizziamo un mazzuolo con testa gommata per far combaciare con esattezza i pannelli, rimuovendo con uno straccio l’eccesso di colla finché questa è ancora fresca.
  4. Prima di mettere in pressione spine e colla, dobbiamo inserire il divisorio, operazione che risulterebbe difficoltosa da eseguire in tempi successivi.

L’importanza dei morsetti

morsettatura

Il “cassone” che forma il corpo centrale del tavolino  va poi bloccato con alcuni di lunghi strettoi o con cinghie fino ad incollaggio stabilizzato. La fase del serraggio è fondamentale per la perfetta riuscita di ogni assemblaggio in legno o suoi derivati. La colla vinilica esplica la sua tenuta con tanto maggiore resistenza quanto più i pezzi sono stati pressati durante il periodo di presa, che non deve essere inferiore alle 24 ore.

Finitura e smaltatura

smaltatura del legno

  1. Incolliamo due listelli 400x25x45 mm a filo dei bordi superiori dei fianchi corti per ottenere uno spazio sufficiente al fissaggio delle guide; per lo stesso motivo anche i lati corti del coperchio vanno rinforzati con listelli. Il perimetro del cassone è rivestito con liste di MDF da 10 mm incollate ed inchiodate allo spessore. Allo stesso modo rivestiamo il coperchio.
  2. Ai quattro spigoli inchiodiamo ed incolliamo le coppie di tavolette in verticale, sporgenti di 10 mm alla base; sotto, negli angoli, incolliamo 4 quadratini di MDF da 10 mm di scarto, per ottenere i piedini d’appoggio.
  3. Dopo aver applicato una mano di fondo e aver passato la carta vetrata fine, possiamo trattare il mobiletto con smalto acrilico all’acqua che applichiamo in due mani con un piccolo rullo; rifiniamo invece i particolari con un pennellino.

Montare le guide

come montare le guide

  1. Sui lati corti del coperchio capovolto fissiamo le guide metalliche di scorrimento per mezzo di viti, ad opportuna distanza dal bordo ed esattamente allineate.
  2. Capovolgiamo il coperchio collocandolo sopra il contenitore, sempre ben allineato, e, aprendolo quanto basta, inseriamo la prima vite su ciascun lato, poi le altre.

Creare dei tavolini da salotto fai da te è un procedimento divertente e di facile realizzazione: saranno utilissimi quando abbiamo molti ospiti o amici.

Tavolini da salotto
Il tavolino rappresentato in questo articolo,  ha il non trascurabile pregio di poter essere ribaltato e fissato al muro diventando un “quadro” di vele in mezzo al mare.

La sua struttura è in MDF dello spessore di 19 mm: si tratta di tagliare due pezzi rettangolari larghi 785 mm e alti uno 600 (il tavolo) e l’altro 175 mm (la tavoletta di ancoraggio). Questi due pezzi vanno collegati lungo i lati maggiori per mezzo di una cerniera a metro fissata con una serie di vitine.

Il tavolino, ribaltato verso l’alto, lascia molto spazio libero. Tutto il bordo viene elaborato con una smussatura a 45° per rendere meno “spigoloso” l’insieme. Questa elaborazione, da realizzare con una fresa, si può far effettuare al momento dell’acquisto del foglio di MDF.

Nella parte posteriore del tavolo incernieriamo, lungo la sua mezzeria, un triangolo, sempre in MDF, il cui compito è quello di sostenere il piano ribaltato in apertura. Dopo aver smussato i bordi a 45° e aver smaltato il tutto blocchiamo la tavoletta di ancoraggio a parete con 4 tasselli. Per assicurare alla parete il piano nella versione “quadro” conviene predisporre un fermo,come un tassello a gancio che ruota verso il basso.

MATERIALI: • Piano in MDF 19 mm di spessore; 2 cerniere a metro con relative viti; 4 tasselli a espansione a vite; 1 tassello a gancio;  fondo e smalto in due tinte contrastanti.

Tavolini da salotto – La realizzazione

  1. Il piano e la tavoletta d’ancoraggio alla parete vanno uniti con una cerniera a metro fissata di costa su entrambi gli elementi con piccole viti da legno.
  2. Sempre con cerniera a metro si collega il supporto triangolare lungo la mezzeria posteriore del piano del tavolino, per fungere da sostegno.
  3. Trattiamo la superficie del tavolino con smalti acrilici. Smaltiamo la zona di piano triangolare speculare al sostegno con lo stesso blu adottato per questo e per la tavoletta di ancoraggio.

 

Vedi anche

1 Commento

  1. […] Tavolini da salotto fai da te – Bricoportale: Fai da te e …Costruiamo due tavolini da salotto fai da te provvisti di top scorrevole, che forniscono un piano d’appoggio con un’altezza ideale per collocarli in salottoVedere di più sul sito web […]

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *