Decorare le pareti

Decori alle pareti

0
 

Decori alle pareti in modo originale senza stendere su tutta la superficie una nuova finitura

si può anche considerare il muro come una grande tela sulla quale il fai da te traccia forme o disegni da completare con più colori, ravvivando la stanza in modo originale e creativo.  Quella raffigurata è una possibile soluzione che non richiede particolari doti artistiche: si tratta di tracciare sulla parete righe orizzontali e verticali per formare bande di differente larghezza, da colorare con tinte che si addicono allo stile dell’arredamento. La mascheratura gioca un ruolo fondamentale in questa situazione: bisogna lavorare in modo da far apparire le diverse bande come un intreccio, ciascuna di esse dev’essere parzialmente sovrapposta o sottoposta alle altre.

La colorazione delle prime strisce è piuttosto semplice: iniziando con quelle verticali, il nastro per mascheratura si applica a filo esterno della tracciatura per colorare l’interno con i colori scelti.

Si elimina successivamente il nastro che non serve più, ma bisogna aspettare la completa asciugatura della pittura prima di ripetere la mascheratura per completare il lavoro. Il nastro, infatti, va applicato sopra le nuove tinte e bisogna evitare che porzioni di tinta non ben essiccata possano distaccarsi insieme al nastro a fine lavoro. In ogni caso, è sempre possibile effettuare qualche ritocco con un pennellino nelle fasi conclusive.

PIU´ PRECISI CON IL LASER

Tracciare righe perfettamente parallele, orizzontali e verticali, di questa lunghezza, non è un’operazione semplice: con due sole mani non si può tenere la riga, la livella a bolla e la matita. Una livella a laser come Quigo di Bosch è praticamente indispensabile: ha la forma di un cubo da 65 mm di lato, basta appoggiarlo su un supporto e si autolivella, proiettando sulla parete chiare tracce ortogonali e perfettamente livellate che permettono tracciature precise per decorare le pareti, montare i pensili, appendere quadri, allineare piastrelle.
Se non ci sono superfici d’appoggio ideali, grazie al braccio snodabile, si può agganciare la livella a qualsiasi supporto, tramite la morsa regolabile: lo stelo di una piantana, il bordo di una mensola, l’anta di un mobile e qualsiasi altro oggetto stabile che abbia uno spessore compreso tra 1 e 5 centimetri.

Il braccio snodabile con giunto a 360°, in dotazione, può assumere qualsiasi posizione: lo strumento dispone di un adattatore universale MM2 di plastica che può variare in altezza da 45 a 110 mm.Per facilitare l’utilizzo di Quigo è stato previsto un solo componente da azionare: lo sportellino frontale. Quando è chiuso lo strumento è spento, non appena lo si apre entra in funzione il laser che proietta sulla parete il raggio perfettamente a croce.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *