Manutenzione e riparazioneRiciclo creativo

Restauro di un lume a petrolio

0
lume petrolio restaurato
 

Restauro di un lume a petrolio: riportiamo a nuovo splendore un oggetto antico

Il bricolage è soprattutto recupero, tanto più se si tratta di riportare a nuovo un oggetto antico; il vecchio lume a petrolio può essere pulito, riparato, pitturato e, magari, rimesso in funzione.  Per prima cosa smontiamo il meccanismo. Puliamo bene il corpo del lume con una spazzola di ottone che non riga, asportando polvere e incrostazioni. Stendiamo una mano di fondo a solvente e aspettiamo che asciughi. Copriamo con due o più mani successive di vernice brillante di finitura. Per un effetto finale impeccabile è bene stendere ad ogni mano uno strato di smalto sottile: asciuga più velocemente e non genera colature e gocce. A parte ripuliamo bene il meccanismo e, poiché è soggetto a scaldarsi a lume acceso, vi stendiamo una mano di vernice argentata per alte temperature, facile da trovare nei centri fai da te anche in barattoli di piccolo formato.

Sostituiamo lo stoppino con uno nuovo. Inseriamo, con un imbuto, un po’ di petrolio all’interno del serbatoio, senza riempire eccessivamente. 

IL LUME A PETROLIO TORNA NUOVO

  1. Asportato il meccanismo dello stoppino, puliamo bene dalla polvere il supporto, con l’aiuto di una spazzola di ottone che elimina sfogliature presenti sul metallo. Dobbiamo essere delicati ed energici al tempo stesso, ripulire senza rigare o danneggiare la superficie.
  2. Stendiamo su tutta la superficie metallica una base di primer a solvente, ideale sottofondo alla successiva finitura. Questo prodotto protegge, ricopre e facilita l’ancoraggio della vernice. 
  3. A fondo perfettamente asciutto stendiamo lo smalto nel colore che preferiamo. Anche se il primer facilita l’operazione, dobbiamo comunque stare attenti ad avere una mano delicata e omogenea, in modo che a vernice asciutta non si notino le pennellate.
  4. Il meccanismo necessita di cure a parte. Va pulito bene e trattato con smalto protettivo per superfici metalliche ad alte temperature. Ci assicuriamo che il meccanismo di svolgimento sia funzionante e inseriamo uno stoppino nuovo.

UTENSILI

Spazzola, carta vetrata, pennello

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *