Riparazione facile delle cerniere: i kit Wolfcraft per restaurare le sedi viti

Due set completi che consentono di riparare le cerniere divelte, lato mobile o lato anta, per il cedimento delle sedi viti

Il cedimento delle viti che tengono le cerniere delle ante è un incidente che accade con una certa frequenza a causa dei materiali, di un errato montaggio o per uno scontro. A seconda dei casi, può succedere che lo sfilamento avvenga sul lato del corpo del mobile oppure sugli attacchi lato anta. La diversa configurazione dei due attacchi impone un approccio specifico per porre rimedio al danno. In tutti i casi, mettere viti più lunghe serve a poco (dato lo spessore ridotto dei pannelli che compongono il mobile), mentre sono risolutivi i due set Wolfcraft di queste pagine, completi di tutto ciò che serve per riparare, lato mobile o lato anta, due cerniere che hanno subito lo sfilamento con rottura delle sedi delle viti.

Set riparazione cerniere lato mobile

Il set Wolfcraft n. 4657000 serve per la riparazione di cerniere a tazza i cui normali attacchi hanno ceduto prendendo laschi che impediscono la necessaria tenuta delle viti. Scopo di questo set è il ripristino delle sedi delle viti nell’esatta posizione delle originali, in modo che nulla cambi rispetto alla situazione originale, sia sotto il profilo funzionale, sia estetico. Le sedi delle viti vengono ricostruite allargando i fori slabbrati per inserire bussole truciolari esternamente, filettate a passo metrico internamente. Il set è formato da 11 pezzi e comprende gli utensili necessari per completare il lavoro e le parti di ricambio sufficienti per rimettere a posto in modo robusto due cerniere sfilate dal lato corpo del mobile. Sono inclusi: 1 punta HSS rullato con diametro 6 mm; 1 arresto di profondità per la punta, con relativa chiave a brugola; 1 bit svasatore con codolo esagonale; 4 boccole filettate; 4 viti M4 a testa svasata, impronta PH2. Il set Wolfcraft 4657000 ha un prezzo indicato per il pubblico di euro 10,99.

Regoliamo la profondità di foratura misurando la sporgenza della punta, rispetto all’arresto di profondità. Lo facciamo direttamente sullo spessore del fianchetto del mobile; al termine stringiamo la vite con impronta esagonale che blocca l’arresto di profondità sulla punta.
Agendo esattamente in corrispondenza dei due fori preesistenti, si procede con l’allargamento con la punta di Ø 6 mm, portandola a fondo sino al contatto dell’arresto di profondità sulla superficie.
Con il bit svasatore in dotazione facciamo una leggerissima passata all’imboccatura del foro: la rimozione dei detriti e lo svaso creato agevolano la successiva applicazione della bussola filettata.
Le bussole hanno un taglio frontale necessario per l’applicazione con un cacciavite a taglio di misura medio-grande. Le avvitiamo sino a mandarle bene sotto filo piano.
Non resta che rimettere in sede la cerniera originale fissandola però con le viti in dotazione con il set (passo metrico M4). Restano completamente disponibili tutte le regolazioni operabili sulla cerniera per il corretto allineamento dell’antina.

Set riparazione cerniere lato anta

Il set Wolfcraft n. 4658000 serve per la riparazione del fissaggio di cerniere a tazza sul lato dell’anta. Anche in questo caso sono inclusi nel set tutti gli accessori e i ricambi necessari per completare il lavoro su due cerniere. Questa volta si tratta di applicare una piastrina di supporto di acciaio spazzolato che permette il bloccaggio saldo della cerniera e maschera esteticamente il danno creatosi con il suo sfilamento. Il set include 2 piastre di montaggio 90×90 mm; 14 viti a testa svasata, di cui 4 leggermente più lunghe; 1 punta per cerniere autocentrante. Il set Wolfcratf n. 4658000 ha un prezzo consigliato per il pubblico di euro 15,99.

Nel caso di sfilamento della cerniera di un’anta è molto frequente la rottura dello strato superficiale di nobilitazione, oltre allo strappo delle fibre della tazza e nelle sedi delle due viti di tenuta. Tutto questo avviene in un punto ad alta visibilità e ogni tentativo di recupero con adesivi e stucchi, oltre a non essere efficace meccanicamente, non consente neppure un sufficiente risultato estetico.
Le dimensioni delle piastrine incluse nel set sono più che sufficienti nella maggioranza dei casi per ricoprire l’estensione del danno.
Inseriamo la cerniera su una piastrina, la mettiamo in posizione sull’anta ed eseguiamo i fori pilota usando la punta centratrice che garantisce centratura del foro e corretta profondità d’esecuzione.
Fissiamo la piastrina metallica usando 5 delle viti corte fornite con il set. Teniamo sempre inserita la cerniera nel foro in modo da essere sicuri della sua corretta posizione e non stringiamo troppo le viti, per evitare spanamenti delle sedi.
Per fissare la cerniera è necessario fare i fori nella piastrina metallica; per questo utilizziamo nuovamente la punta centratrice. Per essere sicuri del corretto allineamento della cerniera, teniamola in linea usando la squadra a cappello.
Fissiamo la cerniera con due viti, scegliendole fra quelle più lunghe date in dotazione con il set. Anche in questo caso non dobbiamo eccedere con la forza di torsione impostata sull’avvitatore: meglio completare il serraggio con un cacciavite.

Articoli simili

- Annunci -

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Tutorial Fai da te

Le guide di Almanacco

Progetti dei lettori

176,121FansLike
8,297FollowersFollow
97,382FollowersFollow
40,000SubscribersSubscribe