Fai da te costruzioni
colla a contatto
colla a contatto
Home / Fai da te / Tecniche / Incollare / Colla a contatto | Come si stende senza commettere errori

Colla a contatto | Come si stende senza commettere errori

 

La colla a contatto si distingue per le particolari modalità di applicazione: va spalmata con spatola o pennello su entrambe le superfici e richiede un certo tempo di attesa per dare modo ai solventi di evaporare, prima di unire le parti

La colla a contatto aderisce a sé stessa in maniera molto tenace, portandosi dietro il pezzo su cui è applicata; il tipo più diffuso è la colla bostik, una soluzione di neoprene in un solvente molto volatile. Per ottenere una buona unione si applica uno strato uniforme di colla sulle due facce da unire e si lascia evaporare completamente il solvente, operazione che può richiedere dai 10 ai 20 minuti in base alle condizioni ambientali.

Le due superfici possono poi essere portate a contatto e si ha un’unione immediata, senza bisogno di ricorrere a morsetti; proprio per questo motivo le colle a contatto sono largamente utilizzate per l’applicazione di laminati o piallacci su legno povero da nobilitare, oppure nelle riparazioni di calzoleria.

Una volta poste a contatto, le due parti non sono riposizionabili: a questo proposito è bene, quando possibile, che le dimensioni del pezzo da incollare siano un poco superiori al necessario, per poterlo rifilare dopo l’incollaggio; tuttavia la presa definitiva e il massimo della resistenza si raggiungono dopo 48-72 ore. Per la conservazione e l’applicazione temono le basse temperature, ma una volta essiccate garantiscono un’ottima tenuta anche a -20 °C n

Cosa occorre sapere circa le colle a contatto:

  • Se dobbiamo rivestire un’ampia superficie con un foglio di laminato o con un piallaccio, facciamo in modo che sia un poco abbondante rispetto al piano. Non essendo possibili errori, è meglio avere la certezza di ricoprire tutta la superficie al primo tentativo e rifilare successivamente l’eccedenza, con un cutter o con la fresatrice portatile.
  • Non rispettare i tempi di attesa per l’evaporazione del solvente significa ottenere un incollaggio debole e per nulla immediato.

spatola per colla

Come applicare gli adesivi a contatto

come applicare la colla bostik

  1. Le superfici devono essere ben pulite; se una delle parti è una lamiera di ferro, dobbiamo togliere le eventuali tracce di unto con trielina o acetone, mentre sono sconsigliati il solvente alla nitro e l’acqua ragia.
  2. Le colle a contatto vanno stese con una spatola su entrambe le superfici da unire. Trascorso il tempo di evaporazione dei solventi, la colla fa immediatamente presa e non sono possibili aggiustamenti.
  3. Il momento giusto per effettuare il congiungimento delle parti è quando l’adesivo cessa di essere appiccicoso al tatto. In linea di massima questo avviene dopo 10-15 minuti dall’applicazione.
  4. Dopo aver applicato, con la massima precisione possibile, il pannello di rivestimento, battiamo la superficie con il mazzuolo (e con una tavoletta piana) per garantire una perfetta aderenza.

Tenuta delle colle a contatto

tenuta colla

Pur avendo una forte presa iniziale, il massimo della tenuta si raggiunge in un tempo che dipende molto dalla porosità del supporto, dalla temperatura ambiente e dal tipo di adesivo. In genere occorrono 24-48 ore.

Anche in esterno

evaporazione colla

Di norma si usano adesivi a contatto più pastosi, distribuendoli a punti e portando a contatto le parti per spandere la colla. Si stacca subito dopo e si attende qualche minuto, poi si preme con forza in posizione.

Esempio applicativo colle a contatto

Incollando con una colla a contatto i coperchi a vite dei barattoli sotto i ripiani sfruttiamo uno spazio altrimenti poco utilizzato. Stendiamo l’adesivo sul coperchio (1), appoggiamolo sotto il ripiano per lasciare una traccia (2) e, dopo qualche minuto, premiamo.

Molto famosi gli adesivi a contatto Bostik

Colla a contatto | Come si stende senza commettere errori ultima modifica: 2018-05-16T11:56:04+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *