Tornitura

Copiatore per tornio | Caratteristiche e funzionamento

0
copiatore
 

Il copiatore per tornio è un accessorio la cui funzione è quella di replicare con assoluta precisione una sagoma tornita e dai confini ben definiti

Il copiatore per tornio legno è composto da un supporto metallico che si fissa sul bancale del tornio, e ha una guida sulla quale scorre un carrello che porta il gruppo tastatore-utensile. Il tastatore, in genere una rotella o una sferetta, segue il profilo della sagoma mentre l’utensile, solidale con esso, incide il legno da tornire.


L’utensile è ricavato da una barretta, a sezione rettangolare, in acciaio HSS la cui estremità di taglio è simile ad uno scalpello a taglio obliquo e lavora di punta. Lo spostamento del carrello sulle guide può essere manuale o automatico.


copiatore

Nel primo caso si agisce su un volano, che tramite una fune d’acciaio, una catena o una vite, comanda la traslazione della coppia tastatore-utensile sulla guida. Nel secondo caso, l’avanzamento è comandato da un motore che mediante un riduttore trasmette il moto al carrello e quindi il profilo viene eseguito con continuità, maggiore grado di finitura e minor tempo.

I copiatori automatici spesso sono forniti di blocco fine corsa. La pressione di taglio dell’utensile sul legno e quella del tastatore sulla sagoma, possono essere esercitate o manualmente, mediante una leva di comando, oppure da una molla che deve essere di volta in volta, tarata.

copiatore

La sagoma

Si poggia, su un foglio di cartone, l’oggetto da copiare e si passa sul contorno di esso una matita tenendola il più possibile perpendicolare al cartone. Eseguito il tracciato si ritaglia la sagoma dal cartone e si accosta all’oggetto controllando l’accoppiamento, ritagliando le parti eccedenti o incollando dei pezzi di cartone nelle zone mancanti. Si riporta quindi, sul bordo di un lamierino di ferro, alluminio o laminato plastico, la sagoma di cartone già costruita, si traccia il contorno e si ritaglia questo con un seghetto alternativo: elettrico o manuale.

Eseguito il taglio lo si rifinisce con lima e tela abrasiva in modo da ottenere un contorno abbastanza liscio; ciò è necessario affinché il tastatore possa scorrere su di esso senza vibrazioni che verrebbero riprodotte sul pezzo da costruire. È sconsigliabile usare il legno o il compensato per costruire la sagoma perché a contatto col tastatore si potrebbe sgretolare il bordo modificando il profilo, specie se si debbono fare un gran numero di esemplari. 

La sagoma si realizza tracciando su un foglio il contorno dell’oggetto da riprodurre. La sagoma, ritagliata, serve per guidare il taglio di un lamierino che funge da guida per il tastatore.

Spesso però, non si ricava la sagoma dal pezzo ma, viceversa, si disegna un certo profilo sulla sagoma. Con questo si realizza il primo pezzo, modificandola fino ad ottenere il profilo desiderato. Infine si fissa la sagoma sul copiatore per legno con delle viti. Per pezzi piccoli, esistono apposite seste ad aghi mobili che consentono di rilevare facilmente un profilo.   

Copiatore legno – Modello leggero

Sulla faccia interna dei morsetti si avvitano i capi sbiechi di due bracci di spessa lamiera; all’altro capo sono aperti da un foro filettato in cui si avvitano i perni per reggere il modello da copiare, con controdadi per bloccarli in posizione. 

La distanza del modello dall’asse di rotazione può essere regolata spostando avanti o indietro i bracci nell’asola in cui passano le viti di blocco così da adattarsi a modelli più o meno grossi. 

Copiatore tornio legno

Per copiare il modello vi si tiene a contatto con la sinistra il tastatore che solleva il braccio su cui scorre lo scalpello a conchiglia. Questo è avvitato su una slitta che permette di spostarlo avanti e indietro sul braccio.

Con la destra si fa scorrere il carrello da destra a sinistra e da sinistra a destra; così lo scalpello lavora il pezzo da tornire, prima sui diametri maggiori e via via, spostandolo in avanti, approfondendo lo scavo. Per evitare indentature del ferro ci vuole mano leggera e molta pazienza.   

Colonne e ringhiere

Colonnine di testa e colonnine di piede (per assemblare un gran letto con baldacchino) devono essere rigorosamente uguali

Nelle colonne si aprono le sedi per le femmine dei ferri da letto i cui maschi si vedono sporgere dalle ringhierine composte da tanti elementi fatti in serie.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Tornitura