Porte

Porte a scomparsa

0
porte a scomparsa, porte scorrevoli, porte scorrevoli a scomparsa, porte scorrevole, porte scorrevoli a scomparsa, eclisse
 

La porte a scomparsa permettono di sfruttare in totale libertà anche piccoli ambienti, altrimenti ulteriormente ridotti dallo spazio destinato all’apertura di una porta a battente. Ma può anche essere una scelta di stile

Le porte a scomparsa permettono di recuperare spazio ed inserire mobili e sanitari senza vincoli di accesso alla stanza, che diventa così uno spazio unico totalmente sfruttabile. Il cuore del sistema è un controtelaio, che sostituisce un tratto di parete, concepito diversamente a seconda che si tratti di muratura o cartongesso; dentro il controtelaio scompare la porta, grazie a speciali carrelli scorrevoli e al binario superiore.
Fino a qualche tempo fa questa scelta condizionava il percorso degli impianti, non essendo possibile il loro transito nello spazio destinato allo scorrimento della porta, ma l’evoluzione di questi sistemi ha permesso di ottenere controtelai nei quali è possibile alloggiare fino a 5 scatole elettriche per lato (Eclisse Luce), oppure le tubazioni idrauliche. Quest’ultima possibilità risulta di grande aiuto  per bagni e cucine, ma la struttura dev’essere realizzata su misura caso per caso
Le porte a scomparsa possono essere ad un’anta, con apertura verso destra o verso sinistra, o a due ante speculari che scompaiono in due controtelai laterali. Con questa soluzione si possono coprire luci di apertura fino a 3 metri di larghezza e 2,90 in altezza, anche su superfici curve, ed esiste la possibilità di sincronizzare l’apertura di entrambe le ante muovendone una sola. Le porte a scomparsa possono essere attrezzate con sistemi di autochiusura, con velocità regolabile, o di comando motorizzato, di tipo manuale o a fotocellula. Questi due accessori, però, riducono la luce di passaggio di un centimetro nel primo caso e di sette nel secondo.

Controtelai per porte a scomparsa

porte a scomparsa, porte scorrevoli, porte scorrevoli a scomparsa, porte scorrevole, porte scorrevoli a scomparsa, eclisse

  1. La struttura di un controtelaio per pareti in muratura è costituita generalmente da lastre in acciaio zincato, irrigidite da nervature e ricoperte da un reticolo metallico per favorire l’aderenza dell’intonaco.
  2. Quelli per cartongesso adottano diversi sistemi di montaggio ed il cassonetto è fornito di profili per il fissaggio delle lastre.
  3. Modello Eclisse Luce

Controtelai murati

porte a scomparsa, porte scorrevoli, porte scorrevoli a scomparsa, porte scorrevole, porte scorrevoli a scomparsa, eclisse

  1. Il controtelaio appena murato; nella versione per muratura si intonaca sulla rete, in quella per cartongesso si procede con il fissaggio delle lastre.
  2. La rete che riveste i pannelli del cassonetto supporta il primo strato di intonaco; quando questo è rappreso, si passa alla rasatura con malta più fine.

Vedi anche

1 Commento

  1. Posso rivestire la parete in cui si trova la porta scorrevole con mattonella effetto pietra finta??c possono essere problemi di instabilità??

     
    1. Buongiorno Francesca,

      Può rivestire senza problemi la parete in cui è incassata una porta scorrevole con pannelli in finta pietra, in quanto, il peso ridotto dei medesimi pannelli non incide sulla stabilità della parete stessa. A tal proposito, la rimandiamo alla lettura della nostra interessante guida sui pannelli in finta pietra:

      http://rifarecasa.bricoportale.it/lavori-in-casa/muratura/pannelli-finta-pietra

      Cordiali saluti,
      Redazione Bricoportale

       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Porte