Attrezzi fai da te

Misuratore laser Bosch PLR

0
Misuratore laser Bosch
 

Un’idea in controtendenza: rendere accessibile a tutti l’utilizzo di uno strumento tecnologicamente sofisticato com’è il distanziometro laser. Basta che l’uso sia intuitivo, che si possa azionare con un solo tasto, che sia piccolo e maneggevole

Mai stato così semplice misurare una distanza!”. Con questo slogan la casa tedesca accompagna il lancio del suo piccolo (probabilmente il più piccolo al mondo) Misuratore laser Bosch. Con la disarmante semplicita d’uso e la maneggevolezza del misuratore laser Bosch PLR 15, la casa tedesca ha quindi centrato l’obiettivo di rendere la sofisticata tecnologia di un distanziometro laser fruibile a tutti, compreso chi è meno incline alle “diavolerie” digitali. Questo il motivo principale per cui è stato scelto di minimizzarne le funzioni, limitandole alla misurazione lineare con memoria. Per contro, nulla è stato ceduto sul piano delle prestazioni, dato che il misuratore vanta specifiche di tutto rispetto: portata compresa fra 0,15 e 15 m con precisione di ± 0,3 mm. E poi c’è la semplicità dell’azionamento, che permette di attivare lo strumento ed effettuare la misurazione con un unico dito, senza dover scegliere fra tanti pulsanti (ce n’è uno solo) e poter concentrare l’attenzione sul punto di cui rilevare la distanza. Essenziale, tuttavia completa, la dotazione che include il misuratore laser Bosch e le due batterie stilo, calibro AAA, necessarie per il funzionamento. Il tutto è confezionato in una scatola di metallo, bella e utile, soprattutto per chi pratica il bricolage, sempre alla ricerca di validi e soprattutto robusti contenitori. Bosch

Caratteristiche del misuratore laser Bosch PLR

misurare con il laser

bosch plr

  1. Lo sportello scorrevole anteriore ha la superficie ruvida e un avvallamento centrale, tutto per agevolarne lo spostamento con il polpastrello.
  2. Portando lo sportello in basso si aziona il distanziometro e si scopre il pulsante rosso sottostante, di tipo a pressione. Le dimensioni e il peso dell’oggetto, insieme alla posizione del pulsante da premere sono tali per cui il distanziometro risulta estremamente bilanciato e permette di essere manovrato tranquillamente con una sola mano.
  3. Contemporaneamente all’accensione dello strumento si attiva il laser che inizia la sua azione di misurazione continua; in realtà le misurazioni sono a ripetizione, con una frequenza di due al secondo. Sul display viene mostrata in alto la scritta “laser” e in basso la distanza rilevata al momento.
  4. Per fissare la misurazione di un punto specifico, bisogna orientare la luce laser su quel punto, quindi si preme il pulsante rosso. La misurazione continua si ferma, il display mostra in alto la scritta “hold” e sotto la distanza rilevata al momento della pressione del tasto.
  5. Per effettuare un’altra misurazione, che sia di verifica oppure per il rilevamento di un altro punto, va premuto ancora il pulsante rosso. Questa pressione attiva nuovamente il laser per la misurazione continua. In questo momento il display mostra in alto la scritta laser, a metà la precedente misurazione e in basso la distanza rilevata al momento. Un’ulteriore pressione ferma la misurazione e il dato rilevato resta sul quadrante, nella posizione bassa; in quella di mezzo resta il valore della precedente misurazione.

distanziometro bosch

  1. Le stilo si inseriscono sul retro, dopo aver rimosso lo sportello del vano batterie premendo sull’apposita linguetta. 
  2. Con una distanza minima di rilevamento di soli 15 cm il distanziometro si presta alle misurazioni più comuni, come quelle che si effettuano per appendere quadri, mensole e tendaggi. Lo strumento indica la misura comprendendo anche la sua stessa lunghezza; ciò significa che il punto zero corrisponde con il lato opposto a quello di emissione del laser. Quindi, se si vuole mettere un quadro a una precisa distanza da un altro, con il laser attivato si sposta il distanziometro sino a quando indica la misura voluta, lo si tiene fermo e si marca sulla parete una linea lungo la sua base posteriore.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *