Credenze e buffet

Cassettiera fai da te | Guida illustrata alla realizzazione

0
cassettiera fai da te
 

Per tutti coloro che vogliono costruire una cassettiera fai da te, utile per mantenere sempre in ordine i propri oggetti o attrezzi di lavoro; ecco come realizzarla

Quale che sia l’attività preferita, dal cucito alla maglia, dal modellismo all’elettronica, dalla meccanica all’ebanisteria, compra oggi una cosa, comprane domani un’altra, fra attrezzi e materiale si finisce con l’avere un mucchio di roba, tutta utile, ma solo se si sa dove mettere le mani per trovarla. Una soluzione perfetta per tenere tutto quanto in ordine? Realizzare una cassettiera fai da te.

cassettiera

Questa cassettiera è realizzata con un cassone di lamellare da 18 mm, chiuso a tergo da un fondo di compensato da 10 mm e diviso orizzontalmente da due ripiani di lamellare da 18 mm sui quali scorrono i cassetti; questi sono scatole di compensato da 10 mm con un contro-frontale di lamellare da 18 mm. Il tutto è montato su rotelle piroettanti con attacco a piastra.

Nell’elenco del materiale che segue si fa riferimento alle misure del modello illustrato, ma va da sé che a seconda dell’uso a cui la cassettiera fai da te è destinata si possono costruire cassetti più bassi, inserendo altri ripiani, o più larghi o più stretti, diminuendo o aumentando il numero delle guide.

Di seguito vedremo come costruire una cassettiera di legno e i suoi cassetti.

Materiali

Misure in mm

  • Lamellare di abete da 18: un tetto e una base 1220×390; 2 pareti 504×390; 2 ripiani interni 1184×360; 6 controfrontali cassetti fila superiore 193×120; 5 controfrontali cassetti fila centrale 232×161; 4 controfrontali cassetti fila inferiore 291×203; 36 guide cassetto 360×20; 1 montante vano superiore 80×20; 2 montanti vano centrale 108×20; 1 montante vano inferiore 160×20 (guide e montanti anche in listello preferibilmente di legno duro sezione 18×20).
  • Compensato da 10: un retro cassettiera 1208×527; 12 pareti cassetti 1ª fila 350×102; 10 pareti cassetti 2ª fila 350×130; 8 pareti cassetti 3ª fila 350×183; 12 fronte e retro cassetti 1ª fila 152×102; 10 fronte e retro cassetti 2ª fila 190×130; 8 fronte e retro cassetti 3ª fila 248×183; 6 fondi cassetto 1ª fila 350×172; 5 fondi cassetto 2ª fila 350×210; 4 fondi cassetto 3ª fila 350×268.
  • 60 angolari (plastica o alluminio, spessore 1) 330x20x20; 4 (o più secondo il carico) rotelle piroettanti Ø 50 mm, altezza 70 mm con attacco a piastra; 15 maniglie uguali fra loro; tasselli piatti, n° 20; viti 4×25 mm; gruppini da 20 e 25; colla vinilica; nastro biadesivo; materiale di finitura.

Realizzazione della cassettiera in legno

In mancanza della radiale che permette di impostare volta per volta la larghezza delle serie di pezzi uguali, la circolare portatile richiede l’uso di un’affidabile guida parallela.

Si preparano le sedi dei tasselli piatti n° 20, ai lati dei pannelli di base, top, pareti laterali e ripiani interni.

La sede dei lamelli si realizza con precisione e rapidità tramite l’aggiuntivo per smerigliatrice angolare.

Nel bordo posteriore delle pareti, del tetto e della base va aperta (con due tagli di circolare o con la fresatrice) la battuta profonda 10 mm per l’inserimento del fondo di compensato.

Un pannello ben squadrato, con un lato di 530 mm e l’altro di 270, ci aiuta a montare le guide per i cassetti della fila inferiore. Accorciandolo prima a 212 e poi a 174 serve per quelli delle altre due file.

Una volta fissati tutti i listelli di guida con colla e gruppini da 35 mm, si utilizza un adesivo strutturale per fissare gli angolari di scorrimento.

Il montaggio della cassettiera comincia dal fissaggio, in verticale, dei ripiani intermedi fra le pareti, aiutandoci col tetto o con la base per tenerli in quadro.

Quando la colla è asciutta si unisce il gruppo sulla base e sul tutto si fissa il tetto. L’inserimento del fondo irrigidisce e tiene in squadra la cassettiera.

 

I quattro montanti visibili al centro evitano l’imbarcamento dei ripiani sotto il peso dei cassetti. Se si prevedono carichi molto pesanti sarà opportuno aumentarne il numero.

Come costruire cassetti in legno fai da te

Costruire un cassetto in legno è abbastanza semplice, basta seguire i consigli che seguono.

materiale-cassetti

Tutti gli elementi dei cassetti si ricavano da un solo foglio di compensato da 10 mm tagliato in strisce orizzontali (meglio farlo fare in segheria) da cui poi si ricavano i singoli pezzi. Indispensabile la massima precisione.

cassetti

Successivamente realizzare i cassetti di diversa misura

I montanti si inseriscono fra le coppie di guide, semplicemente incollandoli. Si montano solo anteriormente in quanto il bordo posteriore dei ripiani è saldamente retto da viti (o chiodi o spine) che attraversano il fondo.

Fronte e retro dei cassetti vengono chiusi fra le pareti, fissandoli con colla e gruppini o con spine da 6 mm, a vista. Lo stesso per il fondo.

Per il montaggio dei contro-frontali si comincia dalla fila inferiore. I cassetti vanno poggiati su uno spessore su cui va poggiato il contro-frontale, centrandolo con la massima precisione e bloccandolo con un pezzo di nastro biadesivo.

Il fissaggio definitivo del contro-frontale è affidato a viti 4x20mm inserite dall’interno.

Le maniglie col porta-etichetta permettono di individuare a colpo d’occhio il contenuto dei vari cassetti. Oltre al modello illustrato ne esistono molte varietà più o meno ornamentali.
Per centrare ed allineare esattamente le maniglie occorre un semplice scalo a gradino fatto con due pezzi di scarto, da appoggiare al bordo del contro-frontale.

La finitura degli elementi in lamellare si realizza con un impregnante a protezione totale (in questo caso incolore), che secondo la modalità di applicazione dà un effetto satinato o lucido.

Inoltre i cassetti possono essere rifiniti anche all’interno, foderandoli con apposita carta.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *