Esterni

Fontana fai da te con autobloccanti

0
fontana fai da te
 

Utilissimo in giardino il punto acqua per riempire l’innaffiatoio, attaccare la canna e lavarsi le mani; lo si può fare con una fontana fai da te realizzata con blocchetti di recupero

Una fontana fai da te è una realizzazione molto utile se si ha a disposizione un giardino, la possiamo realizzare anche con materiali di recupero. Ogni lavoro si può fare in diversi modi, a parte “bene” o “ male”. Il professionista usa l’approccio dettato da precise regole tecniche; il far da sé tende ad arrangiarsi con i mezzi e i materiali che ha a disposizione, e usa quello straordinario strumento che è l’inventiva.

In nostro lettore Luciano Bucci, nel costruire una fontana fai da te per il giardino, non ha usato l’inventiva soltanto per l’aspetto estetico (cosa ovvia, peraltro), ma soprattutto per alcune soluzioni adottate nella costruzione. Abitando in una zona dove d’inverno sono frequenti le gelate, ha pensato di utilizzare al posto dei mattoni pieni, degli autobloccanti per pavimentazioni, che risultano molto più resistenti al gelo.

Data la modalità costruttiva a torre, che lascia l’apertura del cavo alla sommità, invece di acquistare gli elementi di finitura, se li è costruiti usando come calchi le vaschette di plastica per alimenti, che hanno forma adeguata e non aderiscono per nulla al cemento. Volendo fornire un minimo di armatura ai getti di cemento, ha impiegato alcuni attaccapanni di fil di ferro rigido. Ecco come nasce una vera fontana fai da te!

Come costruire una fontana

fontana fai da te 2

  1. La piattaforma di sostegno viene realizzata con una gettata di cemento su un letto di ghiaione, con inserimento di un pezzo di rete elettrosaldata; poi inizia la stesura del primo corso di mattoni, da piazzare con la dovuta precisione poiché da quello dipende il buono sviluppo di tutta la parte soprastante.
  2. Man mano che si sale, trattandosi di pareti facciavista, è necessario controllare continuamente gli allineamenti e non esagerare con il cemento, ovvero non farlo debordare in modo eccessivo, per non sporcare troppo l’esterno dei mattoni. Il tubo dell’acqua va messo in posizione finché la parte posteriore della colonna è aperta, quindi all’inizio; quando si arriva all’altezza giusta, si blocca frontalmente in mezzo ai mattoni il tubo, che può avere il rubinetto già montato.
  3. Ad un lato della colonna principale della fontanella vengono eretti due basamenti più bassi, con funzione estetica e per reggere vasi ed altri oggetti ornamentali.

Copertura in cemento

fontana fai da te 3

  1. La vaschetta per alimenti è leggermente rettangolare e ha il fondo con spigoli arrotondati; nell’impasto vengono inseriti alcuni attaccapanni di metallo, come quelli che fornisce la tintoria ritirando gli abiti lavati. Prima di metterli, vanno ripiegati su se stessi in modo irregolare.
  2. Una volta asciutto, il blocco di cemento si stacca senza alcun problema dalla vaschetta ed appare perfettamente liscio. Se nell’impasto sono rimasti dei vuoti lasciati da bolle d’aria, si stende a pennello sul blocco un impasto di sola d’acqua e cemento con densità sufficiente a ricoprire il tutto.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Esterni