Lampade e illuminazione

Abat-jour fai da te

0
 

Riciclo creativo di un bottiglione di vino, vuoto,  per realizzare un abat-jour fai da te

Non è certo difficile trovare la lampada che fa al caso nostro, ma con il bricolage possiamo anche ricorrere ad oggetti “estranei” al mondo delle lampade e adattarli a questo impiego. Questo abat-jour fai da te è realizzato riciclando una comunissima fiasca di vetro per vino. La decorazione dell’interno può essere realizzata in vari modi: ad esempio riempiendola con i granuli colorati dei sali da bagno che versiamo lentamente utilizzando un lungo imbuto di carta.In questo modo possiamo creare strati sovrapposti di colori diversi e di grande bellezza. Il sistema di illuminazione è composto da un portalampada fissato al collo della fiasca da cui parte il cavo di alimentazione. Il portalampada è avvitato su un tige (tubetto filettato di rame) che è, a sua volta, inserito longitudinalmente in un tappo di sughero fissato sul collo. Il cavo di alimentazione entra nel portalampada attraverso il tige e fuoriesce dalla fiasca attraverso un foro alla base di questa, che abbiamo fatto eseguire dal vetraio.
Il portalampada, oltre che ricevere la lampadina, blocca l’anello centrale del paralume mantenendo questo in posizione. Utilizziamo una lampadina di bassa potenza, max 40 watt, oppure una a luce fredda per non surriscaldare troppo l’insieme. Il cavo di alimentazione va dotato di un interruttore passante per accendere e spegnere la lampada. Questa, collocata in posizione strategica, diffonde una morbida luce che evidenzia i colori dei sali da bagno al suo interno.

MATERIALE OCCORRENTE PER L’ABAT-JOUR FAI DA TE

 

 

 

 

 

 

 

  • 1 paralume ø 30-50 cm, (prezzo a partire da euro 7,00);
  • 1 portalampada;
  • 1 cavo di alimentazione con spina;
  • 1 tige filettato lungo 7-8 cm;
  • 1 tappo di sughero;
  • 1 lampadina da 40 watt;
  • sali da bagno colorati.

LA STRUTTURA DELLA LAMPADA

Il portalampada è avvitato sul tubetto filettato (tige) inserito all’interno del tappo forato longitudinalmente. Il cavo di alimentazione che esce dal portalampada attraverso il tige fuoriesce dalla fiasca in prossimità della base, forata in precedenza. Nel foro il cavo può essere bloccato con una goccia di adesivo siliconico trasparente.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *