LettiOggetti vari

Divano fai da te con ruote piroettanti | Progetto completo passo-passo

1
divano fai da te
 

1,6 metri quadrati di comodità a disposizione degli ospiti che capitano all’improvviso, agli amici dei figli che si fermano per la notte o anche per un pisolino pomeridiano. Il divano fai da te multifunzione è sempre pronto a correre sulle sue sei ruote pivotanti in soccorso di chi ha bisogno di riposo

Il divano fai da te è pratico, facile da costruire, con tanto spazio a disposizione  e, perché no, anche  comodo e accogliente. A differenza dei divani letto industriali il nostro divano fai da te non ha meccanismi di sorta per la trasformazione, ma semplici sportelli per contenere cuscini, coperte e piumoni.

Dove reperire il legno per costruire un divano

Per costruire divani fai da te tutto il legname è in misure standard e si trova già pronto nei brico o in segheria; ci vuole anche una buona troncatrice per realizzare delle intestature davvero precise se desideriamo ottenere unioni perfettamente ortogonali. Naturalmente serve anche un trapano con punte da legno da 6 e da 8 mm più una fresa Forstner da 30 mm per i fori degli sportelli, poi un cacciavite e un punteruolo per segnare i fori delle viti, marcatori a cappellotto per i fori delle spinature, quattro cerniere e due chiusure magnetiche per gli sportelli più uno spezzone di catenella e 32 viti da 6×100 mm.

Con le ruote pivotanti il divano fai da te si sposta facilmente

Per la mobilità del divano cerchiamo sei rotelle pivotanti da 100 mm con battistrada morbido. Le misure del piano sono quelle di un letto ad una piazza, per cui si può usare comodamente un comune materasso oppure comperare un pezzo di gommapiuma da 2000×800 mm e rivestirlo con un tessuto colorato adatto all’arredamento. In questo caso è consigliabile cucire le fettucce sulla fodera per poterla bloccare alle doghe ed evitare che si muova.

Cosa serve per costruire un divano fai da te

divano fai da te, costruire un divano, divano letto fai da te, letto fai da te, divano letto

  1. Per il telaio servono circa 16 metri lineari di travetti di abete da 57×57 mm piallati e smussati, 2,8 m2 di compensato da 15 mm, 11,8 metri di listelli da 30×30 mm e 11 tavole da 117x684x15 mm..
  2. La manovrabilità del divano è assicurata da sei ruotine pivotanti fissate sotto la struttura. Tre ruote, quelle frontali, sono anche provviste di dispositivo di bloccaggio; inoltre la plastica è del tipo morbido che non rovina il parquet.

Come fare un divano fai da te

progetto divano fai da te

telaio divano in legno

  1. Durante la fase preparatoria si tagliano a misura tutti i pezzi di listello da 57×57 mm e si levigano accuratamente le superfici smussando con la levigatrice orbitale tutti gli spigoli, compresi quelli delle teste.
  2. Le connessioni della struttura sono affidate a spine di faggio e viti: si preparano due fori da 6 mm ortogonali per le viti e uno da 8 mm leggermente disassato per la spina.
  3. Con il marcatore inserito nel foro della spina si sovrappone, ben allineata, la testa del montante sul traverso e con una martellata si ottiene l’incisione necessaria per centrare il foro della spinatura. Si ripete l’operazione per tutte le giunzioni della struttura.
  4. Quando tutti i fori sono incisi si calzano i montanti sulle spine allineando bene i lati prima della successiva fase.
  5. Si inseriscono le grosse viti da 6×100 mm con filettatura parziale serrando fino a che la testa piana non è affondata leggermente nel legno lasciando in superficie solo la parte bombata.
  6. La doppia foratura e la spinatura si ripetono per tutti i punti. La struttura completa del divano letto diventa molto robusta senza superare il peso di 25 kg.
  7. Per offrire un sostegno al piano di appoggio del materasso e a tutte le pareti si preparano dei listelli da 30×30 mm forandoli con una punta da 3 mm a distanze regolari.
  8. I listelli del piano del divano in legno fai da te si incollano a 15 mm dal bordo dei travetti, in modo da poter incassare le tavole, senza che sporgano oltre il telaio; una vite ogni 300 mm blocca i pezzi in attesa che la colla asciughi completamente.

Tavole, pannelli e ante per il divano fai da te

come costruire un divano

  1. Il piano che sorregge il materasso è formato da 11 tavolette da 684x117x15 mm spaziate di 50 mm e ancorate con una vite ad ogni estremità.
  2. Si fissano i listelli da 30×30 mm per tutti i pannelli di chiusura laterali con colla e viti, lasciando uno scalino da 15 per poter incassare il multistrato da 10 mm. In questo modo la pannellatura risulta incassata di 5 mm con un gradevole effetto decorativo. Soltanto i vani frontali non hanno bisogno di questa battuta dato che sono a giorno o chiusi da sportelli incernierati.
  3. Con altra colla e qualche morsetto si fissano al loro posto tutti i pannelli laterali. Le stesse operazioni si ripetono per i pannelli inferiori lasciando, in questo caso, il multistrato a filo interno della struttura di sostegno per ottenere un piano unico.
  4. Al centro dei due pannelli mobili si praticano, con una fresa Forstner da 30 mm, i fori da usare al posto delle maniglie.
  5. Si attrezzano i due sportelli con due cerniere d’ottone da 20 mm posizionandole sul bordo dei pannelli e lasciando sporgere il perno verso l’esterno.
  6. Le cerniere a libro si fissano in basso con viti d’ottone in modo che il pannello risulti incassato rispetto al telaio quanto i pannelli laterali. Si completa lo sportello con una chiusura magnetica e una catenella di arresto.
  7. Il trattamento superficiale del legno consiste in un’ultima passata con carta abrasiva, un’accurata spolverata e una passata con vernice bianca all’acqua.
  8. Per ultime si montano le sei ruote pivottanti sotto ciascun montante fissando le tre munite di bloccaggio sul lato frontale.

divano fai da te, costruire un divano, divano letto fai da te, letto fai da te, divano letto

  1. Per l’unione dei travetti usiamo viti da 6×100 mm in grado di assicurare un’eccellente resistenza. I fori per le spinature si eseguono con punta da 8 mm munita di limitatore di profondità.
  2. I due sportelli racchiudono il necessario per la trasformazione da divano a letto e viceversa. Il vano a giorno invece ha la funzione di comodino e permette di riporre libri, riviste e tutto quello che serve per la notte.
  3. Con le ruote pivotanti si può portare il divano letto dove è più necessario e il battistrada morbido non lascia segni sul parquet.

Vedi anche

1 Commento

  1. Complimenti, veramente fatto bene, illustrazioni, foto e descrizioni accurate mettono anche un neofita come me nella possibilità di poter realizzare idee partendo dall’immaginazione finendo nella realtà.

    Grazie
    Agostino

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Letti