Costruire tavoli

Tavolino in legno fai da te | Costruirlo con facilità

0
tavolino in legno fai da te
 

Un progetto molto semplice, sia sotto il profilo estetico, sia sotto quello esecutivo, per realizzare un tavolino in legno fai da te ideale per il salotto

La semplicità paga sempre, soprattutto se viene applicata come concetto nelle scelte estetiche. Ma si sa, un conto è scegliere un oggetto fra quelli esposti in un ventaglio di proposte, un conto è “partorire” l’idea e le fattezze per realizzare un tavolino in legno fai da te ex novo.

Questa seconda situazione è quanto capita con elevata frequenza a noi far da sé, con l’aggravante (ma in fondo è una sfida divertente) che non solo dobbiamo rendere conto al nostro personale gusto, ma spesso siamo affiancati da “giudici spietati” come la moglie, i figli, gli amici, coinvolti nella nostra costruzione, se non destinatari e committenti della stessa.

Sta di fatto che, se dopo aver girato a lungo alla ricerca di un complemento d’arredo, non si è trovato nulla di convincente, non resta che armarsi di matita e… di semplicità

Tavolino in legno fai da te – Struttura

Un tavolino in legno da salotto può essere insieme realizzazione facile, di rapida esecuzione, ma portatrice di grande soddisfazione. 

Inoltre in questo caso, consente un risparmio quasi totale, visto che come materia prima abbiamo utilizzato una tavola di frassino avanzata da precedenti lavori, che abbiamo tagliato e unito in costa per fare il top; mentre per le gambe ne abbiamo dimezzato la larghezza, ricavando tutti gli 8 pezzi necessari per comporle.

Tutto sommato, minimale anche l’attrezzatura, visto che si è servito di una semplice sega a mano per effettuare i tagli, di un pialletto per eliminare alcuni risalti del legno, di una fresatrice per lamelli, di un trapano per le spinature e di alcuni immancabili strettoi.

Costruire un tavolo fai da te può essere facile se adottiamo un progetto all’insegna sella semplicità. Vediamo allora come realizzare un tavolino in legno massello.

Le giunzioni

Prima di tagliare i pezzi per fare il top, la tavola va piallata sui bordi perché i lati da unire devono essere perfettamente rettilinei e uniformi. Inoltre, guardando la fibratura si stabilisce quale parte della tavola è meglio utilizzare, essendo il top la parte più importante esteticamente. Anche l’orientamento delle tavole deve essere giusto; per non confondere il verso, una volta stabilito tutto e fatti i tagli, si usano due pezzetti di nastro.
Per la giunzione in costa si usano i lamelli, realizzando le sedi con l’apposita fresatrice o con un aggiuntivo da montare sulla smerigliatrice angolare.
tavolino in legno fai da te
Messi i lamelli, usando colla ureica come adesivo, spalmata anche sui bordi di contatto, si uniscono le due tavole e si mettono in pressione con strettoi. Per non rovinare il legno bisogna mettere tra bordo e strettoio dei pezzetti di legno di scarto; per evitare che le tavole si inclinino sulla linea di giunzione, per effetto della pressione degli strettoi, se ne mettono altri, trasversalmente, a premere su due coppie di listelli.
Solo quando l’adesivo è completamente essiccato, si libera il legno dagli strettoi; si ottiene così un’ampia tavola, adeguata a costituire il top del tavolino fai da te, che pare tutta d’un pezzo.

Le gambe

Decisa l’altezza del tavolo da salotto, si tagliano dalla tavola di frassino quattro segmenti di tale misura. Ogni segmento va poi diviso in due in senso longitudinale per ricavare gli 8 pezzi che servono per realizzare le gambe.
gambe tavolino in legno fai da te
Il taglio longitudinale va fatto a 45°, in modo da ottenere due pezzi con un lato bisellato.
Il bordo bisellato a 45° è quello in cui si aprono le sedi per i lamelli; se ne fanno tre per ogni lato, si mette la colla e poi i biscottini, prima applicandoli su un lato.
Spalmate di adesivo anche le superfici di contatto, ovvero i bordi bisellati, ogni coppia di pezzi va unita e messa in pressione con strettoi, assicurandosi che sia mantenuto l’angolo di 90° fra loro, usando una squadretta di metallo.
tavolino in legno fai da te
Le quattro gambe realizzate in questo modo risultano molto robuste, sia per il tipo di giunzione utilizzato, sia per lo spessore delle tavole che le compongono. Gli elementi sono molto ben proporzionati rispetto al top.

Assemblaggio tavolino legno

Una lievissima passata di pialla a mano, oltre a eliminare le eventuali piccole imperfezioni di allineamento fra le tavole giuntate, uniforma la superficie del legno “tirandola” a lucido e predisponendola a qualsiasi trattamento di finitura.
Le gambe vanno fissate al piano del tavolo con spine di faggio. Per essere sicuri di fare i fori nei punti giusti, certi di poterli replicare nelle medesime posizioni per ogni gamba, bisogna costruire una speciale maschera di foratura unendo pochi pezzi di scarto di multistrato. I pezzi si uniscono con la colla e si tengono in posizione sino all’essiccazione dell’adesivo.
La maschera è fatta in modo da poterla calzare su ogni lato dell’estremità superiore delle gambe; il foro passante con bussola di metallo indica inequivocabilmente la posizione del foro da praticare. La bussola ha diametro interno di misura per il passaggio di una punta da legno (Ø 8 mm) che corrisponde a quello delle spine.
Nei fori praticati in testa alle gambe (due per ognuna) si inseriscono i marcatori di rame, che hanno ovviamente diametro pari alle spine.
Messo il piano del tavolo sul bancone, girato con la parte inferiore all’insù, si appoggiano le gambe con inseriti i marcatori agli angoli e, dopo aver controllato che l’allineamento sia perfetto, si batte un colpo secco sulla gamba con un martello di gomma. Restano sul legno i segni dei centri dei fori da praticare; si procede con un trapano usando un aggiuntivo che aiuti a mantenere la necessaria verticalità.
tavolino in legno fai da te
Si spalmano di colla le teste delle gambe e le spine di faggio che si possono inserire prima proprio su queste; poi si attua la giunzione con il piano del tavolino in legno fai da te. Quattro lunghi strettoi si mettono per comprimere le gambe sul piano, mentre con tavole e altri strettoi si impone loro la corretta geometria.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *