Idee salvaspazio

Carrello salvaspazio in cucina | Come ottenerlo fai da te

0
Carrello salvaspazio
Carrello salvaspazio
 

Una vera e originale soluzione bricolage: realizzare un carrello salvaspazio in cucina!

Un carrello salvaspazio riempie lo spazio non compensabile con pezzi di dimensione standard e inoltre, grazie alle sue ruote, può essere estratto per accedere al vano interno. Quando è riposto completa il mobile della cucina. Affinché si mimetizzi con il resto dell’arredo, deve essere costruito ripetendone e continuandone la forma esterna.

Carrello salvaspazio cucina

Per consentire l’estrazione del carrello salvaspazio c’è bisogno di quattro ruote in linea. Per non rovinare la superficie muraria adiacente con gli sfregamenti di va e vieni, basta un listello antiattrito fissato alla parete all’altezza più appropriata. Quanto a forma e dimensioni il carrello autonomo, non può che essere progettato e costruito su misura, con accesso o laterale o superiore, utile soprattutto per arredare cucina piccolissima.

Ecco come sarà configurato il carrello salvaspazio all’interno della cucina.

Una scatola con le ruote

Il corpo del carrello può essere una scatola squadrata, da sistemare con l’apertura su un lato, alla quale viene aggiunto un frontale con maniglia. Bisogna tener conto dell’altezza che ha lo zoccolo nei mobili adiacenti e riportarla tale e quale, qualunque sia la misura di ruote disponibili sul mercato. Per cui, se il basamento è alto, bisogna spessorare il fondo con tacchetti di misura adeguata a far sì che le ruote spuntino di un paio di millimetri rispetto allo zoccolo.

La parte interna del carrello forma due ripiani lunghi quanto la profondità del mobile.

Per pareggiare l’altezza dello zoccolo è necessario spessorare le ruote con tavolette di legno.

Utensili

Ci servono un seghetto alternativo, un avvitatore, dei morsetti, un trapano e della colla vinilica.

Vedi anche

Commenti

Comments are closed.