Manutenzione e riparazione

Come pulire un lampadario a gocce in 14 passaggi

0
Come pulire un lampadario 2
 

Recuperiamo da un punto di vista estetico ed elettrico un lampadario vintage

I vecchi lampadari a goccie un po’ barocchi e ricettacoli di polvere e ragnatele sono passati di moda, per non parlare della loro non adeguata sicurezza elettrica: disfarcene, comunque, non rappresenta mai la soluzione migliore. Vediamo dunque come pulire un lampadario a gocce in ottone per ripristinarlo sia esteticamente, sia sostituendo i vecchi portalampada che non sono più a norma. L’operazione è radicale, nel senso che dobbiamo disassemblare completamente il lampadario, dapprima asportando tutte le gocce in vetro e poi smontando completamente la struttura metallica: dobbiamo porre attenzione durante queste fasi ad annotare la collocazione dei singoli pezzi per poi procedere alla ricomposizione. Laviamo le parti in vetro utilizzando una soluzione acqua-aceto che ci consente di pulirle a fondo asportando gli strati di polvere accumulati nel tempo. I vecchi portalampada a finta candela sono da buttare via: in commercio sono reperibili nuovi modelli dello stesso tipo di quelli vecchi, ma sicuri e a norma di legge. L’integrità dei cavi elettrici va verificata, ma è consigliabile sostituirli integralmente. Se la parte metallica ha la superficie deteriorata o arrugginita può essere smaltata ex novo con uno spray acrilico, il cui colore va scelto tra le tonalità argento, oro o grigio metallico. Non resta che procedere al rimontaggio del lampadario stringendo bene le ghiere che bloccano i bracci alla struttura centrale. Infine si passa alla parte elettrica ripristinando i collegamenti ai nuovi portalampada.


Come pulire un lampadario a gocce, smontaggio

Come pulire un lampadario 1

  1. smontiamo con cautela le gocce in vetro: se sono diverse registriamo le posizioni esatte in cui andranno ricollocate.
  2. svitiamo ed asportiamo i vecchi portalampada che non sono più a norma lasciando in cavi elettrici a vista.
  3. smontiamo anche i tige dei portalampada in modo da poterli pulire ed eliminare eventuali incrostazioni.
  4. laviamo le gocce in vetro con una soluzione di acqua e aceto che riesce ad asportare bene vecchi residui di polvere.

Nuova Smaltatura per il lampadario a gocce

Come pulire un lampadario 3

  1. tutte le parti metalliche che abbiamo smontato vanno pulite utilizzando acquaragia: durante quest’operazione indossiamo i guanti.
  2. una volta pulite e perfettamente asciugate possiamo colorare le parti metalliche con l’applicazione di smalto spray acrilico di colorazione argento, bronzo, ecc.

Come pulire un lampadario a gocce, rimontaggio del lampadario vintage

Come pulire un lampadario 4

  1. riassembliamo il lampadario iniziando con la parte centrale dello stelo ricomponendo via via tutti pezzi.
  2. riposizioniamo in sede anche gli ornamenti laterali verificando che non ci siano giochi e, se necessario, sostituendo le vecchie viti.
  3. inseriamo i nuovi cavi elettrici nelle loro sedi e spelliamoli in modo da poterli preparare ai collegamenti nei nuovi portalampada.
  4. raggruppiamo e colleghiamo i conduttori dei cavi con morsetti a cappellotto.

Come pulire un lampadario a gocce, applicazione nuovi portalampada

Come pulire un lampadario 5

  1. riposizioniamo nei tige la parte ornamentale stringendola con un dado.
  2. montiamo i nuovi portalampada che garantiscono maggiore sicurezza, facendo passare i fili al loro interno.
  3. inseriamo i copri-portalampada in stile vintage.
  4. riposizioniamo le ultime gocce con fil di ferro sottile, di quello usato per composizioni floreali.

[box type=”info” align=”aligncenter” class=”” width=””]


Comandi in stile vintage

Come pulire un lampadario 7

Se ci fa piacere ripristinare, attorno al lampadario rinnovato, aspetti del passato che bene si adattano anche ai nostri giorni, possiamo avvalerci dei comandi elettrici stile vintage, che simulano esteticamente i vecchi interruttori pur rispettando le più recenti norme in materia di sicurezza elettrica. Sono prodotti in diverse tipologie e colorazioni e simulano molto bene la vecchia bachelite o la ceramica con cui erano realizzati tali apparecchi agli inizi del secolo scorso. Oltre ad interruttori e deviatori sono disponibili le prese a doppia alveolatura, le prese per TV e per telefono, i pulsanti, ecc. Consigliamo la lettura dell’articolo impianto elettrico a vista per approfondire l’argomento, [/box]

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *