Lavorare il ferro

Come saldare in sicurezza

0
 

Come saldare in sicurezza: le saldature più facili sono quelle su pezzi di buon spessore, fatte con elettrodi di 2 o 2,5 mm di diametro.

Meglio impratichirsi un po’ su pezzi di scarto: ecco le norme per una saldare in sicurezza fai da te, facile e senza rischi.

Il consiglio è di assumere una posizione comoda e sicura: la maschera permette la visione limitatamente alla zona dell’arco, quindi non si deve avere nulla attorno per non inciampare e, finché non si è esperti, sconsigliamo saldature in posizioni difficili.

Per l’innesco occorre procedere come se si volesse sfregare un fiammifero ma, data la lunghezza dell’elettrodo, il movimento va fatto molto breve, fermandosi sul punto di saldatura. L’arco va mantenuto costante e, dato che l’elettrodo saldando si accorcia, man mano si deve scendere con la pinza verso il punto di fusione mentre ci si sposta lateralmente seguendo i lembi da unire.

Terminata la saldatura è necessario rimuovere la scoria formatasi. Si agisce colpendo direttamente il cordone con la martellina e poi passando la spazzola di ferro.

SALDATURE FAI DA TE IN SICUREZZA

  1.  La maschera o, in alternativa l’elmetto, rappresentano la protezione più importante: il vetro inattinico attraverso il quale si guarda salvaguarda gli occhi dalle forti emissioni di raggi UV che si sprigionano dall’arco voltaico della saldatura.
  2. L’utilizzo dei guanti per saldatori è necessario per proteggere le mani dalla pioggia di scintille incandescenti, ma anche per salvaguardarle dai raggi UV emessi dalla saldatura e, non ultimo, come isolamento da possibili shock elettrici.
  3. Il locale in cui si effettua la saldatura deve essere sufficientemente ampio ed areato in modo che si disperdano i fumi generati; non devono essere presenti nelle vicinanze contenitori e taniche contenenti materiale infiammabile.
  4. Facciamo sempre modo di assumere una posizione stabile, sicura e comoda soprattutto quando si lavora in posizioni elevate: attraverso la maschera si vede solo la zona di fusione e solitamente le mani sono entrambe occupate.
  5. L’abbigliamento non deve lasciare zone del corpo scoperte, sia per evitare bruciature, sia per il dannoso effetto dei raggi UV, non devono esserci ampie tasche soprattutto sul davanti e risvolti ai pantaloni che possano raccogliere scori roventi.
  6. Le scarpe antinfortunistiche sono necessarie quando si saldano e si movimentano parti metalliche pesanti, ma sono utili anche per evitare bruciature: la pioggia di scorie roventi quasi sempre finisce per investire gambe e piedi. In sostanza, anche nel bricolage valgono le stesse precauzioni riservate ai professionisti.

UTENSILI

Saldatrice, spazzola di ferro, lima, maschera, smarigliatrice, elletrodo

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *