seghetto da ferro
seghetto da ferro
Home / Fai da te / Tecniche / Lavorare il ferro / Seghetto da ferro | Come ottenere tagli precisi e puliti

Seghetto da ferro | Come ottenere tagli precisi e puliti

 

Il taglio del ferro è molto simile a quello del legno e lo si può fare con utensili manuali o elettrici: il seghetto da ferro è quello più utilizzato

L’utensile più comune per tagliare il ferro è il seghetto per ferro (o archetto, per la sua forma). è costituito da un arco metallico molto robusto (che può essere in piatto d’acciaio o in tubolare), un’estremità del quale è collegata a un’impugnatura. Alle due estremità dell’arco vi sono gli elementi di bloccaggio della lama.

Uno di questi è fisso, si tratta di un dente che va inserito in uno dei due occhielli della lama; l’altro è un dente mobile che può essere teso con una vite, solitamente del tipo “a galletto”. La tensione, che sfrutta la rigidità dell’arco di metallo, deve sempre essere abbastanza elevata per evitare che la lama si fletta o ruoti lungo il suo asse.

La lama va montata con i dentini inclinati in avanti. Vi sono vari tipi di lame con dentature adatte a metalli teneri, duri ed extraduri.

Tipologie di seghetti da ferro

tipi di seghetti da ferro

Il seghetto per ferro si trova in versioni leggermente differenti:

  1. seghetto da ferro standard con arco in piatto d’acciaio o in profilato
  2. seghetto da ferro corto con lama più sottile e lunghezza minore
  3. seghetto da ferro mini per tagli su lamierini e piccoli pezzi
  4. seghetto frontale da utilizzare quando non vi è spazio per l’archetto
  5. lame per metallo standard con fori alle estremità per fissaggio al seghetto

  Come utilizzare i seghetti per ferro

Il punto d’attacco del taglio può essere marcato con una punta d’acciaio o semplicemente con la lama del seghetto passata leggermente. Se il pezzo è spesso tracciamo tutto il perimetro di taglio.
Su acciaio conviene iniziare con un colpo di lima a triangolo lungo la linea tracciata: questa leggera incisione serve di invito alla lama del seghetto che, altrimenti, tenderebbe a scivolare.
Il taglio si effettua premendo la lama durante la corsa in avanti e togliendo pressione nel ritorno. Un buon ritmo è di circa una passata al secondo. Se ci accorgiamo di andare storti, giriamo il pezzo di 180°.
Per tagliare tubi di diametro ridotto dobbiamo impiegare una lama con denti a elevata densità e lavorare molto vicino alla morsa. Sosteniamo il tubo quando il taglio è prossimo alla fine.
Con il seghetto possiamo anche eseguire tagli sagomati, ma solo su lamierini sottili che permettono di angolare la lama senza torcerla. La sagomatura è sempre approssimativa e va rifinita con la lima.
Se, durante il taglio, notiamo che dobbiamo premere troppo per far penetrare la lama, interrompiamo l’azione e sostituiamo la lama con una nuova. Le lame per metallo non possono essere riaffilate.

Tagli di precisione

Nel caso in cui sia necessario praticare un taglio assolutamente preciso, magari per ricavare “fettine” di metallo oppure elementi anulari da un tubo, possiamo avvalerci della pratica guida di taglio costituita da un morsetto che stringe il pezzo di metallo e che a sua volta è bloccato nella morsa. Una gola passalama guida la lama del seghetto sulla linea di taglio evitando ogni deviazione.

Seghetto da ferro | Come ottenere tagli precisi e puliti ultima modifica: 2018-08-20T14:32:14+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *