Bagno

Mobiletto per il bagno fai da te

0
 

Costruiamo un mobiletto per il bagno fai da te sullo stile Ikea Hacker

L’esiguo spazio disponibile dei bagni moderni ci motiva a trovare soluzioni fai da te pratiche ed economiche, come questo mobiletto per il bagno realizzato con moduli per scarpe Ikea e dei pannelli di MDF.

Mobiletto per il bagno

Le salviette utilizzate durante la settimana possono essere riposte, in attesa di “fare” la lavatrice, in un pratico mobiletto per il bagno che utilizza scarpiere a ribalta Ikea come box salvaspazio. Le scarpiere sono disposte a colonna una sull’altra e solidali ad una struttura di MDF smaltato e pannelli di truciolare bilaminato.
Nella parte superiore del mobiletto per il bagno viene ricavato un comodo vano munito di ripiani in cui alloggiare altri oggetti utili in bagno.
Il mobiletto salvaspazio è fissato a parete in posizione sospesa con un tassello a gancio, che ci permette di poterlo togliere facilmente quando lo desideriamo, per agevolare le pulizie del bagno.

I moduli Trones sono ideali
Le scarpiere a ribalta Trones di Ikea sono l’ideale per questa realizzazione di bricolage. Sono in plastica propilenica e misurano 510x180x160 mm e sono disponibili in diversi colori (bianco, nero, verde, blu. Il rosso in foto è fuori produzione). Costano 25,99 euro (3 pezzi).

disegno-mobiletto-bagno

Struttura di MDF e laminato del mobiletto per il bagno

  1. Da un pannello di MDF dello spessore di 20 mm ricaviamo una sagoma ad U rovesciata. Per questa operazione utilizziamo il seghetto alternativo.
  2. Trattiamo tutti i bordi del pannello con un leggero strato di stucco e levighiamo, in modo che il colore possa aderire anche nelle zone più porose.
  3. I pannelli di truciolare bilaminato che verranno collegati tra loro e al pannello di MDF devono essere forati per l’inserimento delle spine di legno.
  4. Per riportare l’esatta posizione dei fori sul pannello di MDF si inseriscono nei fori i cappellotti marcatori che, realizzando un provvisorio accoppiamento, grazie alla loro punta, evidenziano chiaramente i punti esatti in cui eseguire i fori sul pannello di MDF.
  5. Rivestiamo i bordi dei pannelli di truciolare bilaminato con bordino melaminico, da applicare a caldo utilizzando il ferro da stiro.
  6. Prima di trattare il pannello di MDF con primer e smalto copriamo la zona in cui andranno fissati i pannelli di truciolare bilaminato con nastro per mascheratura, per non compromettere l’adesione della colla vinilica (è sconsigliabile applicarla direttamente su una superficie smaltata).

Finitura e montaggio

  1. Realizziamo una guida di foratura, da utilizzare come dima per praticare i fori sul pannello di MDF in cui andranno inseriti i perni di sostegno dei ripiani di truciolare bilaminato.
  2. Trattiamo il pannello di MDF con primer universale, in modo da preparare la superficie alla successiva fase di smaltatura, da effettuarsi con smalto all’acqua in una tonalità a piacimento.
  3. A smalto asciutto asportiamo il nastro per mascheratura precedentemente applicato in prossimità del bordo per scoprire l’MDF. Stendiamo un leggero strato di colla vinilica lungo il bordo dei pannelli di truciolare e fissiamo quest’ultimi inserendo le spine di legno nei fori sul pannello di MDF.
  4. Fissiamo le scarpiere Trones alla struttura di MDF utilizzando viti autofilettanti, che devono essere avvitate in un foro eseguito lungo il bordo di plastica delle scarpiere. Durante l’operazione di foratura è opportuno morsettare le scarpiere al pannello di MDF.

La struttura è fissata a parete mediante un tassello a gancio, fissato al muro ed inserito in un foro appositamente realizzato (con la sega a tazza) nel pannello posteriore di truciolare bilaminato.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Bagno