Finestre

Antine fai da te oscuranti in legno per finestra da tetto

1
antine fai da te
 

Due antine fai da te in legno a misura incernierate ai bordi del vano finestra permettono di schermare la luce eccessiva nel sottotetto utilizzato per il tempo libero

Chi abita in mansarda sa bene che le finestre da tetto abbisognano di sistemi di schermatura ancor più efficienti rispetto alle finestre tradizionali da parete: l’irraggiamento solare è molto più diretto e può causare fastidi sia di abbagliamento sia di innalzamento della temperatura in corrispondenza della vetrata. Per gli spazi destinati a essere abitati sono disponibili soluzioni di ogni tipo, ma per il nostro lettore Gian Luigi Allimondi, che la mansarda la utilizza occasionalmente nel tempo libero, un sistema di oscuramento integrato o a tendina risultava troppo oneroso, ragion per cui ha ripiegato su un sistema di oscuramento meno raffinato costituito da due antine fai da te, cavandosela con 30 euro di materiale.

Anche se semplificato, il sistema è quello degli “scuri”, ossia due antine fai da te cieche che vanno in battuta al centro del vano finestra e permettono di oscurare il locale, ovviamente pensato per un’installazione a soffitto anziché a parete. È logico pensare che nella mansarda di Gian Luigi ci siano altre finestre e che l’esigenza sia quella di oscurarne completamente una per volta in base all’incidenza del sole, in quanto con queste antine fai da te si passa da luce a buio senza modulazione intermedia della luce, tanto più che non è possibile aprire o chiudere una sola anta. Allo scopo, per chi avesse una sola finestra, suggeriamo di non montare i sistemi di aggancio, in modo che si possa aprire anche una sola anta.

Come costruire delle ante fai da te in legno

montare le cerniere a libro

ante fai da te

  1. Le dimensioni delle tavole devono essere tali da chiudere il vano finestra: su una delle due va predisposto, sulla faccia rivolta verso l’interno del vano, il listello di battuta in chiusura, costituito da un listello alto quanto le ante e largo 40 mm.
  2. L’articolazione delle antine fai da te è affidata a tre cerniere a libro per lato, una al centro e due a circa 100 mm dalle estremità. Le bandelle si fissano a filo esterno della faccia esterna delle tavole e a filo interno del vano, per cui bisogna tenere conto dell’ingombro del perno centrale e ridurre di conseguenza la larghezza di ciascuna antina.
  3. Oltre che tra se stesse, le antine fai da te devono fare battuta nel vano finestra: a tale scopo, al centro dei lati verticali di questo, si fissano con viti (trattandosi di un rivestimento a perline) due quadrelli di legno 200x20x20 mm.
  4.  Sia in apertura sia in chiusura, le antine hanno bisogno essere sostenute per non ricadere.
  5. Qui è stato utilizzato il sistema più semplice, costituito da ganci e occhielli: due, opportunamente distanziati, garantiscono la chiusura, mentre per l’apertura è stato fissato un occhiolo al centro di ogni lato lungo, all’interno, fissando in posizione opportuna a soffitto il gancio.
  6. Un miglior aspetto estetico e funzionale lo si otterrebbe con un chiavistello centrale per la chiusura e un perno a scatto per lato in apertura, anche in virtù del fatto che le antine, essendo a soffitto, esercitano una discreta trazione verso il basso.

Vedi anche

1 Commento

  1. […] estraggono i cassetti e si smontano le antine. A tutti vanno rimosse le manopole, in modo da avere superfici […]

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Finestre