Finestre

kit per tapparelle elettriche | Come installarlo fai da te

0
kit per tapparelle elettriche 1
 

Non serve essere professionisti per installare kit per tapparelle elettriche che permettono di alzarle e abbassarle senza fatica, eliminando il cintino, tramite un motore elettrico che può essere azionato a pulsante o con un telecomando a onde radio

Sono tante le cose che ci possono semplificare la vita, purtroppo alcune richiedono modifiche importanti dell’esistente e l’intervento di un professionista, specialmente se la nuova installazione deve essere certificata. Per passare dall’azionamento manuale delle tapparelle a quello motorizzato non è così: anche un far da sé agli inizi può riuscirci senza particolari problemi grazie a un kit per tapparelle elettriche completo che si adatta a ogni larghezza dell’avvolgibile. Il kit per tapparelle elettriche può essere installato su tapparelle nuove o esistenti: si tratta di rimuovere il vecchio rullo attorno al quale si avvolge la tapparella e sostituirlo con quello fornito insieme al kit, adattabile a tutte le larghezze tra 70 e 230 cm, entro il quale va inserito il motore tubolare. Questo è provvisto di cavo di alimentazione da collegare a un allacciamento elettrico, unica predisposizione per la quale può rendersi necessario l’intervento di un elettricista. Il cintino che scorre esternamente sul muro a lato dell’infisso viene eliminato e, al posto dell’avvolgitore a molla, si può installare un pulsante elettrico per comandare manualmente la salita o la discesa della tapparella; per una maggiore comodità l’azionamento può essere effettuato anche tramite telecomando. Rollplast

Componenti del motore del kit per tapparelle elettriche

motore per tapparelle elettriche

  1. I due rulli schiacciati permettono di estendere il rullo liscio quando la larghezza tra i due supporti della tapparella è superiore a 100 cm; si aggiunge prima quello sul lato calotta e, se non basta, anche quello sul lato motore.
  2. Il rullo liscio da solo è sufficiente per misure comprese tra 70-100 cm e va tagliato a una misura inferiore di 3 cm rispetto a quella rilevata tra i supporti.
  3. Oltre al gruppo motore, una prima parte di componenti consiste in supporto da tassellare o saldare, supporto registrabile con bullone, dadi, copiglie, fermo, corona contagiri, puleggia a stella per rullo schiacciato, puleggia su motore e astina di regolazione della finecorsa.
  4. Altri componenti: calotta, ganci a filo zincato per fissaggio del cintino al rullo, 3 pezzi di cintino da fissare al rullo.

I componenti dell’avvolgibile

avvolgibile tapparelle

Anche la tapparella può essere acquistata in kit ed è realizzata in PVC con stecche autoaggancianti a doppia parete e intersezioni di irrigidimento interne; il profilo dispone di un fermo laterale antisfilamento che serve a bloccare le stecche. Normalmente, per larghezze particolari, è consigliato l’utilizzo di rinforzi in ferro ad H. Il kit contiene 25 profili avvolgibili (1), un terminale in PVC (2), un profilo avvolgibile con cinghia di attacco al rullo (3) e due tappi d’arresto (4).


Prima operazione: smontaggio

smontare una tapparella

La tapparella va abbassata fino al massimo della sua discesa, quindi si rimuove il coperchio frontale che chiude il cassettone e si asportano le viti di bloccaggio dei tre pezzi di cintino che collegano le stecche al rullo (1). Qualora si debba installare solo il meccanismo si può smontare il vecchio rullo ed eliminare il cintino di sollevamento; se invece anche la tapparella va sostituita, prima di abbassarla bisogna rimuovere i due tappi di finecorsa avvitati esternamente alla stecca più bassa, in modo che l’intero nastro di stecche possa essere sfilato dall’alto (2) prima di smontare il rullo.

Il montaggio dei componenti

tapparella avvolgibile

  1. Si inserisce la corona contagiri nel motore tubolare.
  2. Si fa scorrere la corona contagiri fino all’estremità opposta del motore.
  3. Dallo stesso lato dal quale si è inserita la corona si inserisce la puleggia sul perno del motore.
  4. Si monta il fermo sul perno del motore
  5.  lo si fa ruotare per il fissaggio della puleggia.
  6.  A seconda delle esigenze, si aggancia il supporto standard da tassellare o saldare al lato in cui è collocata la corona contagiri.
  7. Sempre in base alle esigenze, si aggancia il supporto registrabile con bullone al lato in cui è collocata la corona contagiri.
  8. Si compone il rullo telescopico in funzione della larghezza. Con il kit vengono forniti un rullo liscio e due rulli schiacciati (uno lato calotta e uno lato motore): si può utilizzare soltanto il primo (distanza tra i supporti della tapparella 70-100 cm), aggiungere quello lato motore (101-150 cm) o tutti e tre (151-230 cm).
  9. Nell’estendere il tubo con i rulli schiacciati bisogna fare attenzione a non oltrepassare il limite di sicurezza indicato dalla freccia rossa.
  10. Si avvitano i componenti del rullo assemblati in precedenza.
  11. Si inserisce il motore tubolare all’interno del rullo.
  12. Si spinge il motore fino all’estremità opposta e si regola la finecorsa con l’apposita astina in dotazione.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Finestre