Letti

Costruire un letto a soppalco di ottima qualità

2
costruire un letto a soppalco
 

Un solidissimo soppalco di facile accesso lascia sotto il letto un comodo spazio per un mobile di sgombero ed un tavolo da lavoro che contribuisce a renderlo più stabile

Costruire un letto a soppalco è un’attività fai da te che può regalare parecchie soddisfazioni: sia per lo splendido risultato, ma soprattutto perché i nostri figli ne andranno matti! Partendo dal presupposto che anche nelle abitazioni in cui non c’è abbondanza di spazio, esiste sempre una zona in cui si spreca inutilmente cubatura: nella fattispecie quella che da sopra il letto va sino al soffitto; in generale, un po’ più di un paio di metri in altezza per una superficie pari a quella del letto.

Un po’ di questo spazio si può recuperare fissando alla parete uno o due ripiani che comunque debbono essere piuttosto alti per non sbatterci il capo al momento del risveglio. Altro spazio, di solito, si sfrutta sotto il letto con contenitori sfilabili che sono sempre piuttosto scomodi da utilizzare. In questo servizio presentiamo una soluzione razionale per costruire un letto a soppalco, relativamente di facile realizzazione, in cui il letto viene sollevato da terra quanto basti a potervi stare sotto all’impiedi lasciando il pavimento libero per ospitare uno scrittoio e molte altre cose.

Le misure del materiale sono puramente indicative e lo schema costruttivo permette agevolmente di adeguarle alle esigenze personali.

Cosa occorre per costruire un letto a soppalco

(numeri riportati poi negli schemi di progetto):


  • Lamellare di faggio spesso 27 mm: 2 longheroni letto (1) 2054×240 mm; 2 traverse letto (2) 1200×240 mm; 4 montanti letto (3) 1590×130 mm; 4 montanti letto (4) 1590×100 mm; 4 spessori (5) 1880×60 mm; 5 gradini scaletta (6) 450×160 mm; 2 gambe del tavolo (7) 730×54 (27+27) mm
  • Lamellare di faggio spesso 18 mm: 2 montanti scala (8) 1707×125 mm; 10 spaziatori scalini (9) 262×125 mm; 2 spaziatori scalini finali (10) 483×125 mm; 1 longherone frontale tavolo (11) 1190×60 mm; 1 longherone retro tavolo (12) 944×60 mm; 2 traverse tavolo (13) 582×60 mm; 4 supporti piano (14) 80×50 mm; 1 elemento di sponda (15) 1380×100 mm; 2 elementi di sponda (16) 350×100 mm
  • Truciolare bilaminato bianco spesso 19 mm
  • 1 piano scrittoio (23) 1040×630
  • 1 rete da letto
  • un materasso 2000×120 mm
  • viti
  • tasselli domino o spine Ø 8×40
  • colla vinilica
  • materiale di finitura

disegno letto a soppalco

Per costruire un letto a soppalco si parte dai montanti

montanti letto

  1. Ogni montante è ottenuto unendo a squadra una tavola 3 ad una tavola 4 così da ottenere un “profilato” ad L con un’ala di 130 mm e l’altra di 127. L’ala più larga va poi fissata ai lati lunghi del cassone del letto.
  2. Qui si sono utilizzati i tasselli domino (che richiedono una fresatrice dedicata), ma un uguale risultato si ottiene con una tradizionale spinatura cieca o con una linguetta riportata, anche se la regola d’arte in questo caso vorrebbe un’unione a coda di rondine lunga (maschio nella tavola 4).
  3. L’unione fra le due tavole deve essere a filo.
  4. La squadratura fra i due elementi del montante viene facilitata dall’uso di pezzi quadrati (tre per ogni montante) stretti fra le due ali mentre la colla fa presa.
  5. A colla sicuramente asciutta apriamo nelle sommità dei montanti i fori passanti Ø 8,5 mm destinati ai bulloni con quadro sottotesta che reggono il cassone del letto. Tenendo l’elemento di fascione ben saldo sotto l’ala del montante possiamo marcarvi la posizione dei fori corrispondenti (contrassegnare di volta in volta gli accoppiamenti fra i due pezzi).
  6. La foto mostra come bloccare in posizione le ali del montante e gli squadratori. A sinistra lo strettoio con le ganasce di sughero per non marcare il legno blocca insieme le due ali. Altri due strettoi, uno verticale ed uno orizzontale, tengono in posizione lo “squadratore”.

La sponda di protezione

costruire un letto a soppalco 9

Cascare a terra da un metro e sessanta non è molto salutare, per cui è opportuno applicare al bordo esterno del letto una ringhiera che lo impedisca. Questa è realizzata con le due gambe 16 e la sponda 15 avvitate ed incollate fra loro (meglio sarebbe incastrarle a mezzo legno) ed all’interno della tavola anteriore del reggimaterasso. Per rendere più comodo rifare il letto sarebbe utile studiare un modo di rendere la sponda facilmente sfilabile.

progetto letto

La struttura del letto

tasselli domino

  1. Il letto vero e proprio (rete e materassi) è contenuto in un cassone di tavole (1 e 2) larghe 240 mm nelle cui estremità vanno aperti due fori a doppio diametro: 30 mm per una profondità di circa 10, da aprire con una mecchia Forstner o a lancia Ø 8,5 mm, e passante. I fori più grandi vanno aperti nelle facce interne delle tavole.
  2. Usando le stesse tavole come dima di foratura, apriamo nella sommità dei montanti coppie di fori Ø 8,5 mm, ricordandoci di tenere le tavole 2 chiuse fra le tavole 1 e contrassegnando di volta in volta gli accoppiamenti fra tavola e montante; le quattro tavole debbono essere a filo con la sommità dei montanti. All’esterno del montante il foro va aperto Ø 25 mm, profondo 9.
  3. I bulloni con quadro sottotesta Ø 8×45 mm vanno inseriti nei montanti attraversando le tavole 1 e 2. Calziamo sui bulloni le grembialine (rondelle) ed avvitiamo i dadi stringendo a fondo fino a far penetrare il quadro sottotesta nel corpo delle tavole.
  4.  Per reggere la rete del letto sono previsti due listelli larghi 54 mm ottenuti accoppiando quelli 5 da 1880×60 mm. Quattro chiodini piantati in uno dei due e tagliati lasciandone uscire un paio di millimetri, evitano che i pezzi si spostino durante la presa della colla. Nel sovrapporre i due listelli è opportuno poggiarli contro una sponda di riscontro.
  5. Non bisogna risparmiare sull’adesivo.
  6. A colla asciutta apriamo nella mezzeria dei pezzi fori Ø 6,5 mm, svasandone l’imbocco.
  7. Tenendo stretti i reggirete contro l’interno delle tavole 1, ve li fissiamo con viti Ø 6×70 mm.
  8. Le tre tavole della sponda protettiva si uniscono fra loro con chiodi ed al cassone con viti.

Giunzione solidissima

costruire un letto a soppalco 12

Il disegno mostra in pianta l’unione fra i montanti (3 e 4) e le tavole 1 e 2 del cassone con i bulloni Ø 8×45 che li rendono solidali. Si noti come testa e dado dei bulloni scompaiono all’interno del legno. I reggimaterasso 5 vanno centrati sulle tavole 1 lasciando ad ogni estremità lo spazio di 60 mm occorrente per il movimento della chiave.

letto a soppalco

Una scaletta comoda e sicura

scala per letto

costruire un letto a soppalco 5

montaggio scala letto

  1. I montanti della scaletta si ricavano dalle tavole 8, rastremandone gli ultimi 234 mm con un angolo di 20°.
  2. Da un’altra tavola larga 125 mm si ricavano, tagliandoli con lo stesso angolo di 20°, i dieci pezzi 9 lunghi 216 mm. Sia usando la sega manuale, sia usando una troncatrice, è indispensabile lavorare con un sicuro appoggio che garantisca l’uniformità dei pezzi.
  3. Si comincia con l’incollare il pezzo inferiore, tenendolo in posizione, a filo del montante….
  4. …..con uno strettoio ed una coppia di listelli di sponda che lo mantengano a filo dei montanti.
  5. Via via che ogni pezzo 10 è incollato al montante apriamo in quest’ultimo la sede per un tassello domino o una coppia di spine.
  6. Per incollare il secondo (il terzo, il quarto ecc) pezzo 10, dobbiamo appoggiarlo ad un listello spesso quanto i gradini.
  7. Per l’ultimo gradino il pezzo 10 cambia forma seguendo quella della sommità del montante.
  8. Completati i montanti, inseriamo nelle teste dei gradini 6 i tasselli domino o le spine, ovviamente in esatta corrispondenza delle sedi per loro aperte nei montanti.
  9. Colla e strettoi bloccano i gradini nelle sedi predisposte nei montanti. La regola d’arte prevede che sotto il primo e l’ultimo gradino siano inseriti tiranti metallici (barrette filettate) stretti fra dadi a cupola o testine.

La finitura del letto a soppalco

finitura

Il faggio ben stagionato e levigato, com’è quello usato nel lamellare, è un legno particolarmente decorativo per cui, anche se ognuno può rifinirlo come vuole, lasciarlo al naturale con la sola protezione di un impregnante incolore è la soluzione preferita da tutti i falegnami.

 

Costruire la scrivania da affiancare al letto

costruire un letto

costruire un letto a soppalco 7

  1. I tasselli domino, ancora poco diffusi, si usano come le normali spine cilindriche ma, rispetto a queste, hanno il vantaggio di non permettere la rotazione degli elementi collegati (in pratica funzionano come due spine affiancate). Una traversa 13 viene collegata al longherone 11 da incastrare ed avvitare ai montanti del letto.
  2. La squadratura del fascione dello scrittoio è indicata dall’identica lunghezza delle due diagonali. Possono servire dei morsetti per cornici.
  3. Al filo dei bordi dei due longheroni 11 e 12 spiniamo ed incolliamo i quattro supporti 14 già attraversati dai fori Ø 4,5 mm, con l’imbocco svasato, destinati al passaggio delle viti Ø 4×35 mm che fissano il piano del tavolo.
  4. Le quattro gambe del tavolo, sezione 54×54 mm, si ottengono accoppiando di faccia due elementi 7 sezione 54×27 mm.
  5. Le gambe si incollano nei due angoli anteriori del fascione, rinforzando con spine Ø 8×40 mm, a filo del bordo superiore (qui si vede in basso).
  6. Il piano del tavolo, levigate accuratamente le superfici di taglio, si borda con nastro di PVC termoadesivo da rifilare poi, a freddo, con uno scalpello molto affilato o una lima a taglio dolce.
  7. Esattamente centrato il telaio sul piano, quattro viti bastano a fissarvelo.

In conclusione possiamo affermare che costruire un letto a soppalco non è una cosa da tutti i giorni: il risultato però è straordinario

Vedi anche

2 Commenti

  1. molto chiara la spiegazione basta avere un po’ di abilita’ e manualita .

     
  2. […] anche come costruire un letto a soppalco in legno con le sponde protette e la scaletta oppure un piccolo soppalco, con un grande armadio a parete e un letto che diventa […]

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Letti