Fai da te costruzioni
Home / Fai da te / Tecniche / Fai da te Legno / Incastro a coda di rondine | Come realizzarlo senza errori
incastro a coda di rondine

Incastro a coda di rondine | Come realizzarlo senza errori

 

L’incastro a coda di rondine è senza dubbio quello più classico ed esteticamente valido, ma è abbastanza difficile da realizzare. In questo articolo vediamo come effettuarlo passo-passo, sia a mano che a macchina

L’incastro coda di rondine può essere realizzato a mano o, ancor meglio, a macchina: in entrambi i casi si tratta di un lavoro paziente e di precisione, per il quale è assolutamente necessario non avere fretta. Analizziamo entrambe le situazione nel dettaglio.

Incastro a coda di rondine fatto a mano

I due pezzi che devono essere uniti vanno sagomati in modo complementare e con una buona precisione: tanto i denti (maschi) quanto le cave (femmine) presenti sui pezzi da unire hanno forma trapezoidale. La colla vinilica rende definitivo l’incastro, ma l’unione è già solida di per sé in quanto i due pezzi non sono scollegabili per trazione diretta, ma solo per spostamento laterale di uno di essi.

Questo tipo di unione può essere realizzato solo utilizzando legni duri, che possano essere sagomati con angoli precisi ed essere carteggiati finemente, alla ricerca del massimo contatto e stabilità. Gli scalpelli da utilizzare devono essere perfettamente affilati, mentre la sega è bene abbia dentatura stretta ed efficiente.

Cosa serve per realizzare l’incastro a coda di rondine a mano:

  • Matita
  • Maschera di cartone
  • Sega a lama e archetto a filo
  • Scalpelli a punta piatta
  • Carta vetrata
  • Colla vinilica

Come realizzare l’incastro a cosa di rondine a mano libera

coda di rondine a mano libera

  1. Prepariamo una dima di cartoncino rigido lunga quanto la larghezza dei pezzi da unire. Poggiamo la dima sul bordo di un pezzo e tracciamo la sagoma con una matita a mina piatta.
  2. Con una lama a dorso rigido pratichiamo gli intagli seguendo le tracce a matita. Poniamo particolare attenzione all’assoluta regolarità e precisione dell’azione di taglio con la sega.
  3. Le parti che devono essere asportate possono essere tagliate alla base utilizzando un archetto con lama a filo che ci permette anche di rifinire e regolarizzare ulteriormente i tagli.
  4. Le cave tra un dente e l’altro vanno attentamente rettificate con un lavoro di scalpello e raspa. Cerchiamo di rimanere sempre all’interno della traccia a matita per non creare abbondanze di spazio.
  5. Quando un pezzo è finito lo presentiamo contro il pezzo concorrente e sfruttiamo il profilo dei denti e delle cave per tracciare il rimanente profilo da intagliare. Poi procediamo ad aprire le cave.
  6. Con i due incastri pronti proviamo l’assemblaggio. Le imprecisioni che inevitabilmente riscontriamo si eliminano gradualmente con alcuni passaggi di carta vetrata su denti e cave.

incastro

L’unione di due pezzi a 90° (nella versione più semplice) si realizza aprendo, sul bordo del secondo pezzo, una serie di cave uguali ai denti del primo pezzo. L’accoppiamento avviene sovrapponendo i due elementi e incastrandoli, dopo aver spalmato un velo di colla vinilica su tutte le superfici a contatto.

incastri con fresatriceIncastro a coda di rondine fatto a macchina
L’incastro a coda di rondine legno non è tra i più semplici da eseguire a mano libera (cioè con mazzuolo e scalpello), data la notevole precisione con cui devono essere intagliati i denti e le cave che vanno accoppiati nei due pezzi adiacenti. è sicuramente più indicato impiegare la fresatrice verticale equipaggiata con l’apposita fresa e guidata da speciali maschere di taglio. Con questi mezzi l’esecuzione degli incavi e dei relativi denti si effettua con una sola operazione, in quanto i due pezzi vengono accoppiati (di piatto e di testa) durante il lavoro.

Cosa occorre sapere circa l’incastro  coda di rondine fatto a macchina:

  • Le frese per incastri a coda di rondine vengono utilizzate per assemblare componenti di armadi e cassetti. Sono possibili diverse forme di dentellatura: aperte, coperte o semicoperte. Si possono anche realizzare precise scanalature per accogliere listelli di rinforzo (per esempio su tavole di legno massello per impedirne la deformazione).

Cosa serve:

  • Guide sagomate o banchetto per incastri a coda di rondine
  • Trapano
  • Fresatrice verticale portatile, frese

coda di rondine, incastro a coda di rondine, mobili, incastri, legno

Come realizzare l’incastro a coda di rondine a macchina

coda di rondine a macchina

Sagome guida: sono elementi sagomati in metallo con profilature lungo il bordo, che guidano l’utensile della fresatrice contro i due pezzi di legno su cui ricavare gli incastri. I pezzi, ben squadrati e inseriti nella guida con precisione, con i due lati concorrenti combacianti, si sfalsano di metà della larghezza di un singolo incastro. La fresatrice traccia i solchi muovendosi con precisione all’interno della dentellatura metallica.

coda di rondine, incastro a coda di rondine, mobili, incastri, legno

Banchetti guida: più pratici delle sagome guida, accolgono quasi tutte le fresatrici portatili in commercio su un piano scorrevole e bloccano in posizione i due pezzi da lavorare (di vario spessore) in corrispondenza della sagoma da seguire. In una sola passata si possono ottenere maschi e femmine e, con una dima aggiuntiva, le possibilità aumentano, sia come larghezza dei pezzi sia come dimensione singola degli incastri.

griglia per trapano

Griglia per trapano: è possibile realizzare gli incastri a coda di rondine per mezzo del trapano, utilizzando apposite griglie-guida che si bloccano al banco, ma lavorando solo su un pezzo alla volta.

Guarda come realizzare un incastro a coda di rondine artigianale

Vuoi realizzare incastri a coda di rondine perfetti ma non hai i materiali? Ecco alcuni consigli per gli acquisti

Incastro a coda di rondine | Come realizzarlo senza errori ultima modifica: 2018-04-02T12:03:23+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *