Libreria sospesa fai da te fatta su misura

 

Libreria sospesa fai da te realizzata con MDF spesso 16 mm più un pannello spesso 26 mm, tagliando i pezzi a misura e facendo una serie di lavorazioni con la fresatrice, usata a mano libera e montata sul banchetto, per modanare, rifilare e fare le sedi per i ripiani

Realizziamo il progetto di una libreria sospesa fai da te, innanzitutto si valuta la posizione in cui può essere messa nella stanza, quindi si prendono le misure dello spazio disponibile e, sulla base di queste, si delineano gli ingombri della libreria. Il materiale da usare è già stabilito, bisogna decidere il numero dei ripiani e il modo di unire il tutto, senza dimenticare qualche elemento decorativo che non guasta mai.

Tanto per dare un’idea delle dimensioni, l’altezza della libreria sospesa fai da te è stabilita in 1500 mm; la larghezza a livello dei fianchi è di 710 mm, mentre il top deborda di 10 mm per parte; la profondità è di 190 mm, mentre il top è 200 mm. Il numero di ripiani è 6, distanziati di 270 mm l’uno dall’altro, inclusi quello alla base e quello al top.

Per agevolare la tenuta laterale dei ripiani, sui lati interni dei fianchi si realizzano delle scanalature alte quanto è lo spessore del ripiano (16 mm) e lunghe quanto è largo il ripiano stesso. Si fanno con una fresa cilindrica di diametro 16 mm, impostando una profondità di lavoro di 5-6 mm. Al termine, si raddrizza la rotondità che rimane a un’estremità con scalpello e mazzuolo di legno. Dato che 5-6 mm di profondità, per un incastro che deve reggere il peso non indifferente dei libri, possono non essere sufficienti, in fase di assemblaggio si bloccano i ripiani con viti messe dall’esterno dei fianchi, mandando le teste sotto filo piano. Ogni occorrenza di vite visibile dall’esterno, va infine stuccata e resa invisibile con l’applicazione dello smalto bianco all’acqua, scelto come finitura a rullo per la libreria sospesa fai da te.

Taglio e modanatura della libreria sospesa fai da te

Dopo aver tracciato i tagli sui pannelli interi di MDF spesso 16 mm, si procede all’esecuzione con la circolare da banco, producendo prima lunghe strisce della larghezza voluta, da tagliare poi a misura nella lunghezza, usando una troncatrice radiale.
Il top si realizza tagliando un pannello di MDF di maggiore spessore (26 mm); per completarlo, si passano i bordi con fresatrice a tuffo, usando una fresa bombata con cuscinetto distanziale in testa.

La decorazione alla base

Usando il compasso, si traccia su un pezzo di MDF di scarto il profilo che si vuole dare alla decorazione per la base della libreria. Data la difficoltà a ripetere in modo speculare il medesimo motivo, su tutta l’estensione, conviene farne soltanto metà.
Con la sega a nastro si segue con buona precisione la linea tracciata, ma conviene stare comunque un millimetro o due all’esterno, per avere poi margine di manovra nel rendere armonioso il profilo.
Non avendo la macchina dedicata, per uniformare le curve si può usare il trapano a colonna, montando sul mandrino un rullo autocostruito con un cilindro di legno tenuto da un pezzo di barra filettata con dadi.
Quando la dima è perfetta nelle curve e negli spigoli, la si usa per riportare il motivo sul pezzo di MDF. Per completare tutta l’estensione, disegnata la prima metà si ribalta la dima e si disegna la seconda.
Torna in campo la sega a nastro, con cui si ritaglia il pezzo di MDF intero; in seguito, per perfezionarlo, si fissa con nastro biadesivo la dima su una prima metà del pezzo e si rifila usando la fresatrice montata sotto il banco.

Fresature, poi colore e assemblaggio

A distanze regolari, sulla faccia interna dei fianchi della libreria sospesa fai da te, si praticano le sedi per i ripiani con una fresa cilindrica di diametro opportuno.
Montando la fresa concava, invece, si arrotondano gli spigoli anteriori dei listelli che vanno poi applicati per rifinire i bordi frontali dei ripiani.
Prima dell’assemblaggio finale se ne effettua uno in bianco di prova; se è tutto ok, si rismonta il tutto per dare a rullo il colore ai pezzi separati; si danno più mani, intercalare da lievi carteggiature.
Il montaggio definitivo inizia dalla parte bassa della libreria sospesa fai da te, unendo in un unico colpo il frontalino sagomato al ripiano più in basso e, i due insieme, ai fianchi. Allo scopo bisogna appoggiare i pezzi su una superficie piana e usare molti strettoi per applicare la necessaria forza di adesione, attenti anche al mantenimento dello squadro fra gli elementi.
Salendo verso l’alto si inseriscono i ripiani nelle loro sedi, se necessario battendoli posteriormente con un martello di gomma.
Per sicurezza si fissano i ripiani anche con una vite per lato, applicata al centro, dall’esterno del fianco. Infine si incollano i bordini frontali di finitura.
L’ultimo pezzo che viene messo al suo posto è il top, che viene incollato sopra l’ultimo ripiano, messo a filo superiore dei fianchi.
 

Fissaggio a parete della libreria sospesa fai da te

Due piastrine asolate sono applicate in alto nel retro della ibreria, per poterla appendere a parete con due tasselli, ma nella parte bassa si mette anche come solido appoggio, in posizione non visibile, un listello orizzontale fissato con 5 tasselli a espansione.

Progetto di Carlo Ferrari

Articoli simili

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Tutorial Fai da te

Le guide di Almanacco