Manutenzione e riparazione

Come coprire le piastrelle senza toglierle | La guida completa passo-passo

4
coprire le piastrelle
coprire le piastrelle
 

I locali con pareti piastrellate non impongono più interventi di demolizione del rivestimento per essere rinnovati. Basta coprire le piastrelle utilizzando uno stucco speciale

Perché nasce l’esigenza di coprire le piastrelle della cucina, del bagno o di qualsiasi altra superficie piastrellata? Semplice: perché magari le piastrelle ci hanno stufato oppure perché nasce un’esigenza specifica di rinnovare l’ambiente rendendolo più moderno.


In diversi articoli abbiamo già mostrato come si possa cambiare volto a bagno e cucina senza affrontare importanti lavori di muratura per rimuovere le piastrelle, semplicemente ricolorandole con smalti speciali come SottoSopra oppure Facile&Veloce, capaci di aderire tenacemente anche alle superfici lucide.


Questa volta si va oltre : sempre senza rimuoverle, si ricoprono le piastrelle, colmando le relative fughe e realizzando un rivestimento continuo che alla fine risulta ugualmente impermeabile e lavabile. Tutto questo è permesso da un particolare stucco che fa parte della linea Facile&Veloce di Gapi Paints, che ha le stesse prerogative di aderenza e aggrappaggio alle superfici difficili dello smalto e della vernice trasparente che rientrano in gamma.

Con pochissimi millimetri di spessore si rinnova completamente una superficie anche dove ci sono elementi rotti, discontinuità e disallineamenti; poi si applica lo smalto del colore desiderato e, infine, la finitura trasparente completa la copertura delle vecchie piastrelle.

Tre prodotti imparare come coprire le piastrelle senza toglierle: uno smalto colorabile, una vernice trasparente e uno stucco, tutti abbinabili tra loro per ottenere effetti, resistenza o finiture extra. Si applicano su tutti i mobili in laminato e finto legno quali scrivanie e complementi; su pavimenti in cemento; su strutture in acciaio, grondaie, lamiere zincate, canali in rame; su tutto quello che è in pvc, canali strutture e mobili.

I tre prodotti sono ad acqua, inodori, adatti per uso in interni e in esterni, caratterizzati da alta adesività alle superfici. Smalto e vernice sono disponibili in confezioni da 0,625 litri e 2,5 litri, mentre lo stucco è da 1 kg e 5 kg.

La preparazione della superficie

La situazione come si presenta in partenza: le piastrelle sono vecchiotte e non più in linea con i gusti moderni.

Con un raschietto si puliscono a fondo le fughe, dove inevitabilmente si accumulano sporco e grassi.

Ancora un rapido passaggio lungo le fughe con carta vetrata piegata in due, per rimuovere ciò che resta sui bordi.

Resta da rimuovere completamente l’untuosità residue sulle superfici delle piastrelle; si agisce con un panno pulito imbevuto di alcool etilico.

Ultima fase della predisposizione della superficie è quella della mascheratura, con cui si va a limitare con la massima precisione la zona in cui lo stucco va applicato.

Coprire le piastrelle applicando stucco speciale

Per evitare che a lavoro finito restino tracce delle fughe, queste vanno riempite di stucco e lasciato essiccare.

La stesura dello stucco sulla superficie per coprire le piastrelle si fa con manara americana a bordi lisci; bastano 2-3 mm di spessore.

Le righe che restano a fine rasatura si rimuovono con carta abrasiva a grana grossa e poi media.

Applicazione della smalto colorato e poi la finitura

I pigmenti in microgranuli sono disponibili in tagli da 1 a 32 grammi e permettono di ottenere le tonalità riferibili a una nutrita cartella colori. La precisione della grammatura in ogni boccetta permette di riprodurre la medesima tinta anche in tempi successivi.

Il pigmento si versa nella latta dello smalto, ma per utilizzi “creativi” può essere mescolato anche allo stucco.

Si mescola sino al totale dissolvimento dei granuli di pigmento.

Lo smalto si stende con rullo, ideali sono quelli con spugna in moltoprene. Si impregna il rullino e si sgronda per ottenere la massima uniformità di stesura.

L’applicazione va fatta incrociando le passate verticalmente e orizzontalmente.
Per arrivare bene negli angoli è meglio utilizzare un rullino stretto con bordi squadrati.

Una buona mascheratura preventiva permette di passare con libertà anche nei punti più difficili, per esempio per aggirare i rubinetti e altri elementi che non vanno colorati. Lo smalto ha una capacità di coprenza molto elevata, difficilmente è necessario stendere una seconda mano di prodotto.

Anche la vernice trasparente è un prodotto all’acqua; basta una rimescolata per uniformare il contenuto del barattolo ed è pronta all’uso.

Come lo smalto, la vernice va stesa a rullo. L’aspetto bianco lattiginoso caratterizza il prodotto nella fase liquida;
non appena asciuga diviene completamente trasparente.

L’aspetto lattiginoso aiuta nella stesura perché permette di vedere bene le zone in cui la finitura è già stata stesa e di rilevare quelle in cui c’è accumulo di prodotto.
In pochi minuti la vernice diviene trasparente, ma la caratteristica di finitura prescelta, fra lucida, satinata o soft touch, si può osservare solo a completa essiccazione avvenuta.

 

Vedi anche

4 Commenti

  1. Salve, sono interessata all’acquisto dello stucco per coprire le piastrelle.
    Vorrei sapere cortesemente il costo di un barattolo e se è acquistabile solo on lune.
    Quanto allo smalto, è un classico smalto per piastrelle o differisce in qualcosa?
    Ringrazio in anticipo,
    cordiali saluti.
    Stefania

     
    1. Buongiorno Stefania,

      Bricoportale non è un sito di vendita ma unicamente un portale informativo. A questo link può trovare i rivenditori dei prodotto in oggetto: http://www.sottosopra.eu/it-it/rivenditori/lombardia.aspx

      Come avrà potuto leggere dall’articolo, facile e veloce non è un classico smalto per piastrelle ma una linea di trattamento specifica per la copertura delle piastrelle che prevede stuccatura, smaltatura e finitura: qui un video specifico: https://www.youtube.com/watch?v=Vr0_cj2K0B4

      Cordiali saluti.

       
  2. Si può usare anche sui pavimenti o solo sui rivestimenti?utilizzato all’inTerno della doccia, risulta impermeabile? Grazie

     
    1. Buongiorno Elisa,

      peri pavimenti è meglio questo:

      https://www.bricoportale.it/fai-da-te/manutenzione-e-riparazione/rinnovare-materiali-sottosopra/

      Il prodotto è impermeabile all’acqua.

      Cordiali saluti.

       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *